Urtato da Alice Nobili, morto il medico infettivologo Luca Voltolin

E’ arrivato in ospedale in codice giallo il medico infettivologo Luca Voltolin ma è deceduto. In viale Monte Nero, in mezzo alle strisce pedonali, gli è andato addosso uno scooter. Il medico di 61 anni, cadendo al suolo con le mani impegnate da sacchetti della spesa, ha battuto violentemente la testa. E’ peggiorato finendo in codice rosso. Nonostante l’operazione tentata dai neurochirurghi del Policlinico, il medico dopo sei giorni di coma è morto.

Morto il medico infettivologo Luca Voltolin: indagata Alice Nobili

La Procura ha indagato per il reato di omicidio stradale la conducente dello scooter Alice Nobili. La donna di 35 anni è figlia di due magistrati milanesi, gli ex procuratori aggiunti Alberto Nobili e Ilda Boccassini. Il pm di turno ha sequestrato il motorino e la prefettura ha in via amministrativa già ritirato la patente per 5 anni.

Luca Voltolin: il ritratto

Sposato, un figlio, era un medico degli ultimi. Infatti Valtolin si occupava soprattutto di Aids e aveva lavorato nelle carceri di San Vittore e di Opera. Era cresciuto tra Brugherio e Monza, prima di trasferirsi a Milano per motivi professionali e familiari. Il magistrato aveva disposto l’autopsia così i funerali si sono potuti effettuare solo mercoledì 17 ottobre. Valtolin era responsabile della gestione dei malati terminali di Aids per Città metropolitana di Milano, ma aveva partecipato anche a missioni all’estero. In Yemen, Kazakistan, Congo, Russia. Don Leopoldo Porro durante l’omelia ha detto: “E’ stato un medico che si è preso cura degli ultimi. Era vicino a coloro che la società emargina”.