Olympiakos-Milan: ai rossoneri vanno bene tre risultati su tre

La squadra di Gattuso questa sera alle 21 gioca ad Atene con la qualificazione quasi in tasca. Olympiakos-Milan però non è una formalità. Ci sarà da sudare per passare il turno. La vittoria sul Dudelange ha posto il Milan più vicino alla qualificazione ma non ha dato il pass definitivo. Con il 3-1 del 4 ottobre scorso a San Siro sull’Olympiakos, i rossoneri andranno avanti nel torneo con una vittoria, un pareggio o anche una sconfitta. I bookamkers stranieri come del resto quelli italiani vedono la gara apertissima. Anche se gli scommettitori puntano sul Diavolo e la sua voglia di non complicarsi la vita.

Ultima giornata della fase a gironi di Europa League

Il 5-2 sul Dudelange ha permesso alla tifoseria milanista di vivere con maggiore serenità la sfida Olympiakos-Milan. Infatti sono stati fatti grossi passi avanti verso la qualificazione ai sedicesimi di finale del torneo. Ma la quinta giornata vede comunque una situazione apertissima nel girone F. Le cose sono cambiate grazie alla vittoria del Betis Siviglia sull’Olympiakos per 1-0. Gli spagnoli sono al primo posto con 11 punti, i rossoneri di Milano sono secondi con 10. Mentre la squadra ateniese segue con 7 punti. Dudelange a 0 punti e già matematicamente eliminata.

Olympiakos-Milan: quali sono le combinazioni

La situazione di classifica attuale consente al Milan di avere davanti tre opzioni. Potrebbero andar bene tre risultati su tre. Una vittoria, un pareggio o una sconfitta. In questo ultimo caso non con più di un gol di scarto. Avendo vinto a San Siro 3-1 lo scontro diretto dello scorso 4 ottobre, gli uomini di Gattuso passerebbero anche se venissero sconfitti con un gol di scarto dall’Olympiakos. Per assurdo il Milan potrebbe perdere anche con 2 reti di scarto, ma segnandone almeno due. Potrebbero quindi andare bene anche 4-2, 5-3, 6-4 e così via. Gli uomini di Quique Setien invece sono già sicuri della qualificazione, ma non del primo posto. Perché il Milan può ancora virtualmente scavalcare gli spagnoli.

La parte peggiore del calendario del Milan

Dopo la trasferta di Atene il Milan si lascerà alle spalle la parte più faticosa. Da qui alla sosta la squadra dovrà e potrà consolidare il quarto posto in classifica. Rino Gattuso deve provare a mantenere la zona Champions League sino alla fine del girone d’andata.

Innanzitutto i rossoneri devono staccare il pass per i sedicesimi di finale di Europa League ad Atene contro l’Olympiakos. Poi avranno le trasferte di Bologna e Frosinone. Queste sfide dovranno essere sfruttate al massimo. Quindi in casa gare contro Fiorentina e SPAL. Impegni non irresistibili per il Diavolo. Ma Higuain e compagni non potranno mai distrarsi. I rossoneri non solo devono stringere forte il quarto posto, ma anche distanziare le inseguitrici e le pretendenti. Il sogno dei tifosi rossoneri sarebbe anche di agganciare l’Inter di Spalletti. Forse è un sogno “proibito” ma non impossibile. Il cammino è lungo e tutto può succedere. C’è da scommettere che Ringhio non è persona che si accontenta e vuole vedere il suo Milan ai vertici.

Le sfide del Milan prima della sosta

13 dicembre – Olympiakos-Milan (Europa League)
18 dicembre – Bologna-Milan (Serie A)
22 dicembre – Milan-Fiorentina (Serie A)
26 dicembre – Frosinone-Milan (Serie A)
29 dicembre – Milan-SPAL (Serie A)