Fondo di Hong Kong offre 800 milioni per l’Inter: intanto compra quota di Thoir

Un nuovo acquirente asiatico si affaccia all’orizzonte. Protagonista un fondo di Hong Kong. Il gruppo vorrebbe acquisire tutto il club ma per ora dovrà accontentarsi di un terzo della società nerazzurra.

Ad oggi, infatti, Zhang Jindong non ha intenzione di cedere la società ma di fronte ad una super offerta da 800 milioni di euro potrebbe dare inizio alla trattativa. Non è la prima volta che si parla di una possibile cessione dell’Inter. Suning però a quanto pare al momento non ha avuto un’offerta irrinunciabile.

Inoltre da luglio finiranno le limitazioni imposte dal Fair Play Finanziario. Quindi l’obiettivo di Zhang di far tornare l’Inter grande sarà più facilmente raggiungibile. Il fondo di Hong Kong comunque non molla. Avrebbe praticamente acquisito la quota del 31% del pacchetto azionario dell’Inter che è ancora in possesso dell’ex presidente Erick Thohir.

Tra l’indonesiano e i cinesi da più di un anno sono in corso colloqui per sistemare quelle quote, alle quali Suning vuole accedere per avere il controllo totale del club, pagando il dovuto. Thohir chiede 200 milioni, una cifre ritenuta troppo elevata. Da qui la difficoltà a trovare l’accordo. Hong Kong, invece, avrebbe proposto qualcosa in più dei 200 milioni. Suning quindi si ritroverebbe con un partner forte ma anche ingombrante.