Ostacolo Rapid Vienna sulla strada dell’Inter

E’ una sfida molto attesa dal Rapid Vienna. Basti pensare che Andy Marek, responsabile biglietteria degli austriaci, ha annunciato un vero e proprio esodo di tifosi biancoverdi a Milano il 21 febbraio. Si tratta della sfida di ritorno dei sedicesimi di Europa League contro l’Inter. Decine di autobus partiranno da Vienna. Sono attesi 5 mila sostenitori dalla capitale austriaca. Il Rapid Vienna viaggia sulle ali dell’entusiamo e sarà in campo a San Siro il 14 febbraio alle ore 18:55 nella gara d’andata.

Il cammino del Rapid Vienna

Sul portale Merlin Sportivo è possibile ripercorrere il percorso degli ospiti verso la sfida di Milano. Grazie ad una rimonta il Wien si è portata alla fase ad eliminazione diretta di UEFA Europa League per la seconda volta nella sua storia. Gli austriaci proveranno a riscattare l’ultima negativa apparizione ai sedicesimi di finale contro l’Inter, arrivata terza nel Gruppo B di UEFA Champions League.

Una cavalcata in crescendo per il Rapid. Ben 7 dei 10 punti nel Gruppo G sono stati ottenuti nelle ultime tre partite. Infatti i viennesi hanno infatti vinto le ultime due partite in trasferta contro lo Spartak Moskva (2-1) e in casa coi Rangers (1-0). Si sono qualificati secondi grazie agli scontri diretti, dietro il Villareal.

L’Inter è uscita, invece, dalla Champions League in favore del Tottenham Hotspur pareggiando 1-1 in casa contro il PSV Eindhoven, ultimo del girone, alla sesta giornata. Invece gli Spurs hanno ottenuto un pareggio con lo stesso risultato in casa della capolista Barcellona.

Precedenti tra Rapid Vienna e Inter

C’è un solo precedente tra i due club. Risale al primo turno di Coppa UEFA 1990/91. In quella gara il Rapid ha vinto all’andata in casa per 2-1 ma poi l’Inter ha passato il turno vincendo ai supplementari la gara di ritorno per 3-1 a San Siro. Fu decisiva la rete di Jürgen Klinsmann. Il gol di Jan Åge Fjørtoft del Rapid a Milano è stato l’unico subito dall’Inter nelle sei partite interne di quell’edizione terminata con la vittoria della competizione per la prima volta nella storia del club.

La squadra nerazzurra ha vinto 8 delle 14 partite giocate contro avversari austriaci. Tuttavia le cinque sconfitte complessive sono maturate tutte in Austria contro 5 club differenti. L’ultima trasferta a Vienna è stata trionfale per i nerazzurri che hanno battuto il Salisburgo 1-0 all’Ernst-Happel-Stadion nell’andata della finale della Coppa UEFA 1993/94. Poi hanno vinto con lo stesso risultato a Milano e hanno alzato per la seconda volta il trofeo.

Curiosità su Rapid Vienna e Inter

Nessuna squadra ha perso più partite di Europa League dalla fase a gironi in poi del Rapid. I viennesi ne hanno perso ben 22. Invece l’Inter è uno dei 10 club dei sedicesimi ad avere vinto Coppa UEFA o Europa League. Solo il Siviglia, con un record di 5 successi, ha alzato il trofeo più volte.

L’Inter è tornata in Champions League per la prima volta dal 2011/12. I milanesi hanno interrotto la striscia di otto qualificazioni consecutive alla fase ad eliminazione diretta nonostante le due vittorie iniziali, ottenendo solo altri due punti nelle restanti quattro gare. La sconfitta con gli Spurs per 1-0 a Wembley, infatti, si è rivelata decisiva. Ora la squadra punta ad arrivare in fondo all’Europa League.