Alle radici del blues con Randolph Matthews allo Spazio Teatro 89 di Milano

Un viaggio alla riscoperta delle radici del blues quello in programma venerdì 8 febbraio allo Spazio Teatro 89 di Milano. Infatti sarà di scena Randolph Matthews con il suo “Afro Blues Project” (inizio live ore 21.30; ingresso 10-13 euro).

Appuntamento nell’ambito della rassegna “Milano Blues 89” organizzata dall’auditorium di via Fratelli Zoia 89.
Cantante londinese di origini afro-caraibiche, ispirato da artisti quali Jimi Hendrix, Muddy Waters e Ali Farka Tourè, Randolph Matthews è dotato di una voce sorprendente e di una grande presenza sul palco: non a caso, nel 2017 si è aggiudicato il Premio del pubblico durante il festival JazzAscona, in Svizzera.

Con “Afro Blues Project”, l’artista amalgama in modo creativo e originale blues, soul, beatbox, jazz e sonorità etniche. In vent’anni di carriera, Randolph ha collaborato con musicisti del calibro di Plan B, Herbie Hancock, SK Shlomo, Will I am, ma anche Maceo Parker, Amp Fiddler, Grace Jones e Angelique Kidjo, solo per citarne solo alcuni, e ha calcato palchi prestigiosi come quello della Royal Albert Hall, Glastonbury, Umbria Jazz e il rinomato Ronnie Scott’s Jazz Club di Londra.
Allo Spazio Teatro 89 Matthews si esibirà insieme a Pablo Leoni (batteria) e Alessandro Diaferio (chitarra).