A Milano è nato il distretto dell’audiovisivo

E’ realtà il distretto dell’audiovisivo in città. A coordinare il progetto “StoryLab” e i suoi “Milano Pitch” ci sono l’Alta scuola in media, comunicazione e spettacolo della Cattolica, la Civica scuola di Cinema Luchino Visconti e Studio Noesis. Gli alleati del distretto dell’audiovisivo milanese sono Fondazione Cariplo, Colorado Film, 3Zero2 Tv e Chili.

Il direttore Armando Fumagalli precisa che “non è una contrapposizione con Roma ma un modo per far crescere quello che già c’è. Il cinema in Cina c’è sia a Pechino che a Shanghai. E’ ragionevole sia più presente a Milano”. Cinema e tivù potranno essere motore e dare occupazione come l’editoria per ragazzi che continua a trainare il settore. In effetti il 43% dell’export dei diritti d’autore viene da qui.

“Il distretto dell’audiovisivo è a Milano e si apre a tutta la Lombardia” sottolinea Laura Zagordi, direttrice della Civica scuola di cinema Luchino Visconti. “Nasce in un terreno già ricco di formazione nel settore, mette al centro la scrittura perché vuole raccontare mondi. Ora vogliamo far crescere i talenti mettendo in comunicazione professionisti e produzione. E ci divertiamo a farlo”. A Milano ci sono maestranze straordinarie che saranno fondamentali nel distretto, a servizio del cinema e delle serie televisive.