E-Gap ricarica a domicilio per auto elettrica a Milano

Dopo Milano altre 9 metropoli europee saranno servite da E- Gap: Roma, Parigi, Berlino, Londra, Stoccarda, Madrid, Amsterdam, Utrecht e Mosca. A Milano è sbarcata E-Gap, ricarica a domicilio per le auto elettriche. Il progetto prevede 3 diverse modalità di ricaricare la propria auto elettrica in caso d’emergenza anche al proprio domicilio o in un parcheggio non attrezzato con colonnine di ricarica.

Il servizio sperimentale è attivo nella Circonvallazione interna. Poi si estenderà fino a coprire anche parte dell’hinterland. Dieci i primi mini-van elettrici, stazioni di ricarica mobili. Il servizio di ricarica di E-Gap si distingue per essere rapido (ricarica fast charge) e a richiesta, effettuabile “a domicilio”. Ovunque si trovi il veicolo da ricaricare. Basta scaricare gratuitamente l’App sul proprio smartphone o tablet e prenotare la propria ricarica. Ci si potrà geolocalizzare o scegliere una posizione futura in cui sosterà il veicolo, selezionare in quanto tempo si desidera ricevere la ricarica e seguirne in tempo reale lo svolgimento.

Se il veicolo dovesse essere posizionato in un punto difficilmente raggiungibile dai mezzi E-Gap, il driver potrà sostare nelle vicinanze ed utilizzare un sistema di ricarica in emergenza trasportabile a mano così da poter erogare energia sufficiente a far spostare il veicolo elettrico dalla zona di intralcio ad un parcheggio comodo per l’erogazione completa della ricarica. Per quanto riguarda i costi di ricarica, invece, la fascia di prezzo va dai 15 euro prenotando il servizio 24 ore prima, ai 30 euro per una ricarica più urgente.

Ricarica a domicilio per auto elettrica: il benzinaio elettrico viene dal cliente

La rivoluzione è la ricarica in assenza della persona che deve fare la ricarica. Quindi si ordina la ricarica, nel giro di mezz’ora al massimo arriva l’addetto a caricare l’auto. L’uso di auto elettriche si sta diffondendo sempre di più in un’ottica di mobilità sostenibile e lotta all’inquinamento. Secondo i dati dell’Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano, nel 2020 l’Europa triplicherà il numero attuale di auto elettriche in produzione che entro entro il 2030 toccheranno quota 5 milioni.

Un grande passo avanti nella riduzione di gas serra e Co2 nell’atmosfera, come ha spiegato l’assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano, Marco Granelli. “Milano cambia aria perché c’è troppo inquinamento – ha detto – e abbiamo bisogno di unire le forze, il Comune, i cittadini e le imprese per aiutare i cittadini a cambiare comportamento. Oggi l’elettrico è possibile, questa opportunità è in strada e dà la possibilità di avere ricaricato il proprio veicolo mentre si ha un appuntamento o è in emergenza, così non si rimane senza energia, si può circolare tranquillamente in città muovendosi liberamente e non inquinando”.