Icardi c’è contro il Genoa: la rabbia della Nord

Mauro Icardi c’è contro il Genoa. L’ex capitano è stato convocato da Luciano Spalletti per la trasferta di Genova di mercoledì sera. “Per noi vale più di Messi e di Ronaldo. Sarà titolare perché ha avuto la reazione giusta, per quanto resterà in campo si vedrà” ha anticipato il mister.

Il tecnico ha elogiato la società. “Quello svolto da Marotta è stato un lavoro determinante ed è stato un po’ obbligato per arrivare a un confronto reale e non virtuale. Confronto che ora mette Icardi nelle condizioni per dare una mano alla squadra. Se la mediazione è stata voluta per dettare condizioni allora diventa tutto più complicato perché a guardare e a sentire c’è dietro una squadra e una tifoseria. La sintesi è che c’è bisogno del sudore, di scarpe bullonate nel calcio e di essere dentro la squadra a sudare. È una storia questa da cui nessuno esce vincitore, ma si riparte da un punto fermo: da terzi in classifica per arrivare in fondo a lottare per il nostro obiettivo. Icardi da dentro la nostra squadra è in grado di trascinarla, da fuori non serve. Lui è venuto anche domenica ad allenarsi e a sudare e vedrete che i nostri tifosi sapranno capire che Icardi ora crede nella maniera giusta alla causa”.

Icardi c’è contro il Genoa: la Curva Nord contesta

Mediante un comunicato apparso sul proprio sito, la Curva Nord ha attaccato il bomber argentino. “Il comportamento del numero 9 non può essere più tollerato. Con questo comunicato invitiamo la società Inter a prendere al più presto provvedimenti per allontanare Icardi dal gruppo anche a costo di compromettere il finale di stagione” scrivono gli ultrà.

Maurito era stato convocato l’ultima volta venerdì 8 febbraio, vigilia della trasferta di Parma. In quella circostanza l’Inter era reduce dalla sconfitta in casa contro il Bologna, stavolta da quella sempre al Meazza, contro la Lazio. Ora come allora l’obiettivo dell’Inter è sempre lo stesso, quello di conquistare un posto in Champions. “Tutte le gare saranno occasioni importanti da qui alla fine perché, dopo la nostra sconfitta con la Lazio, la classifica si è accorciata – ha ricordato Spalletti – poi il Genoa è un ottima squadra. Prandelli sta facendo vedere le qualità sue e quelle della rosa che ha a disposizione. Servirà temperamento e fisicità, ma ora con Icardi siamo più forti. E la questione relativa all’argentino da oggi è definitivamente chiusa: lui ridiventa un giocatore fondamentale per qualsiasi squadra, figuriamoci per l’Inter”.