O Amor Se Faz Revolucionário a Milano fino al 9 giugno

O Amor Se Faz Revolucionário è la prima retrospettiva in un’istituzione pubblica italiana dell’artista italo-brasiliana Anna Maria Maiolino. La mostra è aperta al pubblico al PAC|Padiglione d’Arte Contemporanea sino al 9 giugno. Promossa dal Comune di Milano|Cultura. Organizzata dal PAC con Silvana Editoriale e con la curatela di Diego Sileo. O Amor Se Faz Revolucionário si sposterà a Londra nel settembre 2019 grazie alla collaborazione con la Whitechapel Gallery, con la curatela di Trinidad Fombella e Diego Sileo.

La mostra propone una selezione di oltre 400 opere che spaziano dai disegni di una giovanissima Maiolino – studentessa d’arte a Caracas – fino alle ultime sue creazioni. O Amor Se Faz Revolucionário si configura come la più ampia retrospettiva dell’artista mai realizzata fino ad ora. Include opere provenienti dai più importanti musei Brasiliani come il MAM| Museo d’Arte Moderna di Rio de Janeiro, il MASP|Museo d’Arte di San Paolo e la Pinacoteca di Stato di San Paolo. Accompagna i visitatori una guida alla mostra gratuita, curata da Angela Maderna, che analizza i lavori di Maiolino e approfondisce con focus specifici le diverse tecniche o le tematiche imprescindibili per comprendere la ricerca dell’artista.

Si tratta di un’occasione unica per comprendere il percorso eclettico e rivoluzionario dell’artista. Anna Maria Maiolino è riuscita a fondere in uno stile inimitabile la creatività italiana e la sperimentazione delle avanguardie brasiliane.
In mostra al PAC disegni, dipinti, sculture, fotografie, video e installazioni. Questi raccontano per decadi una storia artistica iniziata nei primi anni Sessanta e ancora oggi vitale e fertile. Essa è in grado di influenzare molti artisti delle nuove generazioni. Un’installazione site specific realizzata interamente in argilla, materiale iconico per l’artista, introdurrà il visitatore in mostra. Qui per la prima volta si potranno ammirare anche le sue grandi pitture degli anni Novanta mai esposte prima.