Mauro Icardi divide la tifoseria: cori e fischi a San Siro

Mauro Icardi divide la tifoseria. Ai fischi dello stadio per i cori non graditi dalla Nord si risponde con “pubbico di m.” e “scemi, scemi”. Oggetto del contendere l’attaccante argentino. Mauro Icardi entra solo nella ripresa.

In casa Inter infatti è Lautaro ad andare in campo dal 1′. Invece ad inizio ripresa tocca ad Icardi. Entra per un Nainggolan in tono minore e fa arretrare di qualche metro il Toro. Al minuti 61, però, la palla di D’Ambrosio sorvola prima la testa di Lautaro, poi quella di Mauro, per trovare la sua destinazione sul secondo palo. Perisic in tuffo, di testa, infila. E’ il quinto assist per il terzino, è il 7° gol in campionato per il croato (il 3° in 4 gare). E’ il gol dell’1-1, riconoscimento di un predominio cresciuto con il trascorrere dei minuti, anche per colpa di una Roma che si abbassa passivamente.

La squadra di Spalletti non sfrutta il match point

La Roma di Ranieri rimane a -1 dal quarto posto. Perisic risponde ad El Shaarawy per l’1-1. L’Inter non sfata il tabù San Siro, dove non ha vinto mai le grandi sfide (a parte il derby). Il pareggio avvicina a piccoli passi i nerazzurri all’obiettivo Champions. Sostanziale pareggio anche nelle occasioni da gol. Brilla solo per un tempo la stella di Dzeko. San Siro si divide. Il gol del vantaggio romanista parte da una sua apertura a sinistra, poi prende forma con una grande azione di El Shaarawy che si accentra, fa fuori prima D’Ambrosio e poi Vecino e infila un tiro a giro di destro sul palo lontano. Poi però la Roma non riesce a raddoppiare e a chiudere la gara. Bravi i nerazzurri a riprendere la Roma. La squadra poteva fare di più, ma il risultato va bene uguale.