Finanziere in servizio a Corsico uccide la moglie, poi si spara

Un Finanziere in servizio a Corsico uccide la moglie a Vigevano poi si spara. E’ la tragedia avvenuta nella notte nel Pavese. Un finanziere di 55 anni, in servizio alla compagnia di Corsico (Milano), ha accoltellato a morte la moglie di 38 anni. Poi si è tolto la vita sparandosi con la pistola d’ordinanza.

L’omicidio suicidio è avvenuto poco prima di mezzanotte in una villetta in via Ivrea. La coppia aveva una figlia di 11 anni, che era in casa al momento dei fatti. Da quanto si è appreso, l’uomo era molto geloso e non accettava l’intenzione della donna di separarsi. Sull’episodio indaga la Polizia di Vigevano.

In base a quanto emerso finora la “scintilla” che avrebbe causato la tragedia è la gelosia del cinquantenne nei confronti della donna. Ieri notte, poco prima delle 23, l’uomo avrebbe raggiunto la trentenne davanti casa. Qui ci sarebbe stato un diverbio, a quanto pare l’ennesimo tra i due. Al culmine del litigio l’uomo avrebbe accoltellato a morte la donna davanti agli occhi della figlia, che ha assistito a tutta la scena. Dopo il folle gesto il finanziere si è recato nel garage della villetta dove si è suicidato sparandosi con la sua pistola d’ordinanza. I vicini di casa hanno sentito le urla della ragazzina e il trambusto e hanno chiamato i soccorsi, che si sono trovati di fronte i due cadaveri.