Vogare sui Navigli meglio della palestra: ecco le novità

Vogare sui Navigli meglio della palestra a Milano. E’ La moda del momento: la voga veneta. L’idea è di Umberto Pagotto, istruttore con quarant’anni di voga alle spalle. E a Sergio Pasetti, presidente della società di canottaggio alle spalle della Chiesetta di San Cristoforo. “Abbiamo salvato una gondola degli anni 60, ferma nel canale Treporti a Mestre, che intemperie e acqua salmastra avevano danneggiato” racconta alla stampa Pagotto. “L’abbiamo ristrutturata e portata qui. Ora stiamo cercando di formare un equipaggio di vogatori milanesi in grado di condurla anche in Canal Grande, a Venezia”.

Vogare sui Navigli meglio della palestra: la tecnica è quella del gondoliere

Si impara a tenere il remo in forcola e ad essere un elemento attivo dell’equipaggio dando propulsione alla barca, a mantenere il ritmo di vogata e a sfruttare correttamente il peso corporeo. Milano vista dall’acqua assume tutto un altro colore.

A Milano si sta diffondendo questa passione per la storica arte remiera. La voga alla veneta piace. Vogare sui Navigli meglio della palestra? Si! A sentire i racconti di tantissimi milanesi che ci hanno provato e si sono letteralmente appassionati.