Kit allarme per la sicurezza a casa

Kit allarme per la sicurezza a casa
Kit allarme per la sicurezza a casa pixaby

A Milano sono aumentati i furti in appartamento: un dato di fatto che viene messo in risalto anche dai recenti fatti accorsi qui e là per la metropoli e l’hinterland. Per star sicuri diventa necessario installare un kit allarme.

Facilissimo da acquistare anche in rete, si tratta di un sistema d’antifurto in grado di lanciare l’emergenza sia con apposite sirene ma anche dialogando con un’app da tenere sempre a portata di mano su un qualsiasi devices: smartphone, tablet o semplice laptop.

Kit allarme: i componenti

Un kit di allarme in media ha i seguenti componenti

  • centralina dotata spesso di combinatore telefonico anche se ultimamente il combinatore è diventato raro, il collegamento con le applicazioni rende il controllo della propria abitazione molto più rapido e certo
  • sensori PIR volumetrici da interno: servono per rilevare la presenza di intruisi in casa
  • rilevatori a contatto magnetico: utili per rilevare lo sfondamento o comunque qualcosa di ignoto a livello di serramenti.
  • sirena d’allarme: per generare l’allarme
  • telecomando per attivazione o tastiera.

Ne esistono di più complicati ma in genere tutti hanno lo stesso numero di componenti portanti, un buon allarme deve però essere in grado di funzionare anche in assenza di corrente elettrica ed è fondamentale verificare, prima dell’acquisto il tipo di alimentazione badando siano forniti di batterie ricaricabili.

Kit allarme: le regole condominiali

In genere per installare un allarme o un antifurto in un appartamento non servono particolari autorizzazioni da parte dei condomini. La sicurezza personale è qualcosa di privato, e, salvo non sia specificato per determinati motivi nel regolamente condominiale non servono particolari accortezze.

Non è necessario far convocare una assemblea per installare un kit allarme in casa, è questo infatti, un diritto che ciascun condomino può liberamente esercitare. Attenzione però, nonostante l’allarme in casa possa essere installato liberamente  bisogna comunque basarsi su alcune regole, una tra tutte quella del buon senso. Le sirene del kit allarme non devono essere troppo rumorose.

E’ fondamentale prima di acquistare verificare il fatto che il kit allarme possegga sirene e sistema sonoro in grado di  essere tarato in maniera tale da limitare al minimo il rischio di suonare senza ragione. Deve essere dunque accertata questa peculiarità. L’allarme non deve suonare a caso ma solo quando è necessario. Appurato questo è bene controllare che il sistema sonoro sia regolabile di intensità e di durata. Infatti nonostante debba destare l’attenzione dei condomini non deve disturbare la loro privacy e tanto meno  violare la normativa comunale sui rumori.

Prima di acquistare un kit allarme dobbiamo essere certi dell’investimento, se si osservano tutte queste piccole dritte sicuramente non si avranno brutte sorprese.