Enrico Lanati uccide Mileidy Verdial Canales poi si toglie la vita

Enrico Lanati uccide Mileidy Verdial Canales strangolandola poi si toglie la vita. La vittima è una cubana di 26 anni assassinata in una villa di Borgarello (Pavia). Il presunto killer è un uomo di 48 anni, proprietario dell’abitazione. Si tratta di Enrico Lanati, imprenditore nel settore dell’edilizia.

Enrico Lanati uccide Mileidy Verdial Canales, che viveva con lui, poi si allontana in sella al suo scooter. Quindi raggiunge una zona in aperta campagna alle porte di Pavia e si toglie la vita sparandosi. E’ questa la prima ricostruzione fatta dai Carabinieri che indagano sul caso.

Enrico Lanati uccide Mileidy Verdial Canales: cosa sappiamo

I militari non hanno ancora avuto modo di accertare se tra i due fosse in corso una relazione o se il loro fosse invece solo un rapporto tra datore di lavoro e dipendente. La donna sarebbe stata strangolata. A trovare il cadavere della donna è stato un parente, preoccupato del fatto che la ragazza non rispondeva al telefono. A quel punto sono subito scattate le ricerche del proprietario di casa. Poco dopo il cadavere dell’uomo è stato ritrovato in campagna.

Lei è stata trovata morta in camera da letto. Lui s’è sparato nelle campagne. Il parente della vittima, dopo avere cercato di contattarla tutta la mattina, è andato nella villetta bifamiliare in via Leonardo da Vinci a Borgarello, ha scavalcato il cancello ed è entrato in casa da una porta-finestra aperta sul retro. L’ha trovata a terra vicino al letto, ormai priva di vita. I Carabinieri si sono subito messi a cercare l’uomo per il quale la giovane cubana lavorava come colf. E dopo poche ore hanno trovato il suo scooter nelle campagne. Lui, originario di San Donato Milanese, era residente da un anno e mezzo circa a Borgarello. L’uomo s’è tolto la vita sparandosi.

Alla luce di quel che è successo non era solo un rapporto tra colf e datore di lavoro. Nella villetta i vicini riferiscono di frequenti feste con molti sudamericani. Anche ieri sera i vicini di casa riferiscono della consueta grigliata in giardino, seguita da musiche caraibiche. Il delitto potrebbe essere stato commesso nella nottata o di prima mattina. Sul posto non sono ancora conclusi i rilievi dei Carabinieri per ricostruire l’accaduto.

Le ipotesi

L’attenzione degli investigatori si è subito concentrata sul datore di lavoro della donna. Poco dopo le 16 il corpo dell’uomo è stato trovato in campagna. Dalle prime testimonianze raccolte dai Carabinieri, sembra che l’imprenditore utilizzasse la villetta anche per ospitare a volte dei collaboratori della sua ditta.

Spesso in casa venivano organizzate feste, con musica ad alto volume. L’ultima si è svolta la sera di ieri, sabato 25 maggio. Dopo la festa, nella villetta sono rimasti soltanto Enrico Lanati e Mileidy Verdial Canales. Tra i due c’è stata probabilmente una violenta discussione al termine della quale l’uomo ha prima ucciso la sua colf e poi si è tolto la vita.