Riparazione condizionatori: come prendersi cura del proprio condizionatore al meglio

Prenderci cura dei nostri condizionatori è indispensabile per prevenire determinate problematiche legate al risparmio di energia elettrica e all’ambiente. In estate, ognuno di noi non può fare a meno del proprio condizionatore: è assolutamente un aiuto per affrontare il caldo e le alte temperature degli ultimi anni.

Tuttavia, quando si parla di condizionatori, non possiamo non menzionare quei piccoli accorgimenti importanti al fine di migliorare la qualità della vita e del nostro ambiente. Un condizionatore usurato, sporco, infatti, inquina molto di più e inoltre richiede un attacco di energia elettrica maggiore. A questo punto, è bene parlare dell’argomento e cercare di capire quali sono le alternative a nostra disposizione.

Come scegliere il condizionatore: cosa sapere?

Il mercato è ormai molto competitivo a riguardo: ci sono numerosi marchi a cui possiamo affidarci. Inoltre, ogni condizionatore offre dei vantaggi e delle caratteristiche ben diverse. Per esempio, possiamo scegliere tra un condizionatore portatile o un condizionatore fisso. In che cosa si differenziano le due tipologie?

Nel primo caso, potrete beneficiare di un condizionatore molto avanzato e strutturato, ma soprattutto piccolo e comodo da portare in casa. Qual è lo “svantaggio”? Questa tipologia è rivolta a chi abita in una casa piccola o in un edificio in cui non è possibile installare le unità esterne dei condizionatori fissi.

Per quanto riguarda, invece, il condizionatore fisso, possiamo scegliere tra Mono Split, Dual Split, Trial Split, Quadri Split. Ovviamente, la scelta dipende dalle stanze della nostra casa che vogliamo andare a rinfrescare: dunque, avremo un’unità esterna e varie unità interne, strettamente connesse tra loro. Il costo è più elevato rispetto ai condizionatori portatili.

Manutenzione del condizionatore: un aspetto indispensabile

Vi avevamo accennato prima che avremmo discusso riguardo alla manutenzione del condizionatore. Questo aspetto è fondamentale non solo per garantire una durata e una resistenza maggiore, ma anche per prevenire lo spreco e inquinare il pianeta.

Il primo fattore da sapere è che il filtro del condizionatore, così come la griglia, vanno controllati spesso. Inoltre, possiamo anche acquistare un liquido refrigerante green, per non inquinare emettendo un gas più nocivo.

Questi aspetti possono essere controllati da un tecnico specializzato: in ogni caso, pulire il filtro non è complicato, ma se non abbiamo una base di manualità né la strumentazione adatta, è consigliabile valutare un appuntamento per il controllo e la revisione.

Se avete sotto controlli gli aspetti che vi abbiamo elencato, avrete un condizionatore che vi offrirà una ottima prestazione: controllerete sia lo spreco energetico, sia l’inquinamento ambientale. Ci sembra, alla fine, un compromesso più che perfetto!

Riparazione condizionatori: chi dobbiamo chiamare?

Tuttavia, può capitare che un condizionatore si rompi in qualsiasi momento: a volte, magari, è dovuto a un difetto di fabbrica, a un corto circuito o ad altri problemi. Per quanto ci piacerebbe, non possiamo prevede il futuro ed è questo il motivo per cui in parte vi consigliamo di attrezzarvi.

Se il condizionatore si rompe, chi dobbiamo chiamare? Un tecnico specializzato potrà controllare il condizionatore e determinare la causa della rottura. Si occuperà di sistemarlo, di riparare il componente o di sostituirlo. Vi potrà anche dare dei consigli per la manutenzione o per la revisione. In effetti, prenotare la revisione annuale è assolutamente consigliabile.

Per la riparazione condizionatori, possiamo rivolgerci a qualsiasi ditta o tecnico professionista che offra questo servizio. Vi basterà provare una ricerca sui motori per vedere quante ditte o tecnici liberi professionisti offrano il lavoro. Ovviamente, potrete valutare vari preventivi, al fine di determinare il migliore per le vostre esigenze: ogni ditta o tecnico vi farà il suo prezzo e sarete voi a decidere. Speriamo di esservi stati d’aiuto!