Rainbow Six Pro League a Milano: vince Team Empire

Milano ha ospitato le finali della Rainbow Six Pro League. Si tratta di una delle competizioni più importanti della scena degli sport elettronici internazionali. La Pro League di Rainbow si basa sul Six Siege, il popolare videogioco sparatutto in prima persona/tattico sviluppato da Ubisoft.

L’evento è stato trasmesso in diretta streaming in 14 lingue. Nell’affascinante cornice del Palazzo del Ghiaccio si sono sfidate otto squadre internazionali, provenienti da diversi Paesi e Continenti. Fnatic, NORA-Rengo, Team Empire, DarkZero Esports, LeStream Esport, FaZe Clan, Immortals e Evil Geniuses. Si sono affrontati sul palco della manifestazione, con l’obiettivo di portarsi a casa non solo il titolo di campione mondiale della Pro League, ma anche un montepremi totale pari a 275 mila dollari.

Dopo una prima intensa sessione dedicata ai quarti di finale la competizione è entrata ufficialmente nel vivo. I quattro semi-finalisti (Fnatic, Team Empire, FazeClan e EvilGenius) hanno lottato strenuamente per aggiudicarsi il titolo.

La gara finale della Rainbow Six Pro League

Ha visto scontrarsi tra loro due squadre veterane delle competizioni sportive elettroniche internazionali. Ovvero il Team Empire (organizzazione con quartiere generale di base a Mosca) che vanta anche altri team operanti in altri videogiochi competitivi quali DotA 2, StarCraft II, Hearthstone, Call of Duty, Heroes of the Storm e League of Legends. Contro gli EvilGenius, squadra che deve i suoi natali alla città di San Francisco, dove ha sede la loro organizzazione e in cui operano altre divisioni impegnate su titoli quali Dota 2, League of Legends, StarCraft II, World of Warcraft, Halo, Call of Duty e Rocket League.

Nonostante gli EvilGenius sembrassero i favoriti al successo, dopo essere stati in testa nella prima parte dell’incontro, la temerarietà di Team Empire ha travolto la squadra americana con un brillante 8 a 6. Il team russo ha così sopllevato la coppa e si è portato a casa una meritata vittoria, oltre che un montepremi consistente.