Celestina Castiglia uccisa dal genero in un’abitazione di Cantù

Celestina Castiglia, è stata uccisa a coltellate in un’abitazione di Cantù, nel Comasco. L’omicidio è avvenuto durante un violento litigio familiare tra la vittima e il compagno della figlia.

Il genero, 409 anni, ha confessato ai Carabinieri l’omicidio dopo essersi costituito. Inutile l’intervento dell’eliambulanza. Per Celestina Castiglia, 79 anni, non c’è stato nulla da fare.

Il delitto è avvenuto sul retro della palazzina in cui vivevano la vittima e, in un appartamento separato, la figlia con il compagno e il figlio di lei, avuto da una precedente relazione. Già in passato Carabinieri e Polizia locale erano intervenuti su segnalazione dei vicini per i litigi tra l’anziana e il convivente della figlia. Il colpevole è Massimiliano Bellugi. L’omicidio si è consumato a Vighizzolo di Cantù in un’abitazione in via Cartesio.

Massimilano Bellugi