Nubifragio a Milano: è un lunedì nero!

Un nubifragio a Milano arreca sempre disagi. Quello in corso dalla scorsa notte ha comportato l’allagamento di gran parte della città. Il fiume Seveso è vicino all’esondazione. Si trova alla soglia di attesa 2. Diverse zone sono a rischio, in particolare la 2 e la 9: il quartiere Isola, viale Zara e piazzale Istria. Molti gli interventi dei vigili del fuoco e della polizia locale per sottopassi e scantinati allagati. In tante strade e piazze si sono accumulati diversi centimetri di acqua.

Sotto osservazione anche il fiume Lambro, nella zona nord-est della città, che però al momento non sembra destare preoccupazione. A causa del maltempo le strade sono molto trafficate e si sono formate lunghe code di auto in più punti del capoluogo. Tra i disagi anche la temporanea interruzione di un tratto della seconda linea metropolitana, la Verde, ma non per la pioggia. Un treno ha avuto problemi alla stazione Gioia e, dalle 7.20 alle 7.55, la circolazione è stata bloccata fra le stazioni di Caiazzo e Cadorna. Tutto però è poi rapidamente tornato alla normalità.

Alcuni pannelli del controsoffitto di una scuola materna sono crollati la notte scorsa e la struttura, in via Fortis, nella zona di viale Zara, oggi è rimasta chiusa. A causare il crollo dei pannelli sarebbero state le piogge che hanno causato infiltrazioni. Il Comune sta comunque eseguendo una serie di verifiche. La scuola ha cinque sezioni con circa 120 bambini che oggi sono rimasti a casa anche se alcuni genitori hanno lamentato di essersi presentati con i figli al pre-scuola e di aver trovato l’istituto chiuso. Anche all’Itsos Albe Steiner di via San Dionigi pannelli crollati e acqua nelle aule. La scuola è comunque aperta.