Cosimo Damiano Maffettone travolto e ucciso a Magreglio

Tragedia della strada a Magreglio (Como). Cosimo Damiano Maffettone stava camminando lungo la provinciale, insieme alla figlia, quando è stato travolto e ucciso da un’auto. L’uomo di 68 anni di Magreglio è stato sbalzato a lato della strada, finendo nel letto di un torrente e morendo sul colpo a causa del fortissimo impatto. La figlia Maria, 44 anni, è invece rimasta a terra, ferita gravemente ma viva.

L’incidente è avvenuto sulla Provinciale che collega Magreglio e Barni, al confine tra i due territori, nel tratto corrispondente a via Adua. L’Audi A3 che li ha colpiti, su cui viaggiava una famiglia, era diretta verso Magreglio. Cosimo Damiano Maffettone è finito sul parabrezza del veicolo, ha sfondato il vetro ed è stato rimbalzato a lato della carreggiata, finendo nel fossato che costeggia quel tratto. L’auto ha anche danneggiato la protezione in ferro che costeggia la strada, senza però abbatterla. La figlia è invece rimasta a terra, anche lei in gravi condizioni, ma vittima di un urto meno violento.

I soccorritori del 118 hanno subito capito che per il sessantenne non si poteva fare nulla. Nel frattempo la donna è stata stabilizzata, intubata e trasportata in elisoccorso all’ospedale di Lecco. Alla guida dell’Audi c’era un uomo di 45 anni di Sesto San Giovanni, che viaggiava insieme alla moglie di 43 anni e ai due figli piccoli, una bimba di 9 anni e un maschietto di 6. Anche loro sono stati soccorsi e trasportati al pronto soccorso di Erba per accertamenti. I carabinieri di Asso conducono le indagini. Sul posto hanno lavorato anche i vigili del fuoco di Canzo ed Erba, che si sono calati nel torrente per recuperare Cosimo Damiano Maffettone, senza vita.