Incendio in via Alzaia Naviglio Grande: morti due ventenni

Due giovani vite spezzate a Milano, in seguito all’incendio dell’appartamento nel quale convivevano. La tragedia è avvenuta al pian terreno di via Alzaia Naviglio Grande 156. La ragazza di Milano aveva 27 anni. Il ragazzo, originario di La Spezia, 29 anni.

A dare l’allarme è stata una residente della zona che aveva notato le fiamme. Spento il rogo, i pompieri hanno trovato i due ragazzi morti quasi sicuramente per le esalazioni. Una terza persona invece si è salvata e non ha avuto bisogno di cure mediche. A causare l’incendio, in base a una prima valutazione dei vigili del fuoco, sarebbe stato un corto circuito.

Al momento sono escluse cause dolose. Il magistrato di turno ha sequestrato l’appartamento e disposto l’autopsia sui corpi dei due ragazzi. E’ stata la zia della ragazza di 27 anni ad accorgersi per prima delle fiamme nell’appartamento. La donna ha cercato di raggiungere la casa dove vivevano i due ragazzi. Aveva le chiavi e ha provato ad aprire, ma dall’interno un altro mazzo di chiavi inserito nella toppa le ha impedito di entrare. Ha quindi urlato richiamando l’attenzione di un’altra donna, la moglie del padre della ragazza deceduta, che abita al piano sottostante. Questa si è arrampicata sul tetto di una casa a fianco, ha sfondato la finestra ma è stata travolta dal fumo. Quindi ha chiamato i soccorsi ma quando sono arrivati era già troppo tardi.