Galleria Vittorio Emanuele II: sarà restaurato il tetto

Si rifà il look il tetto della Galleria Vittorio Emanuele II. La storica galleria di piazza Duomo sarà sottoposta ad un intervento di restauro. Si tratta di “un’operazione straordinaria” che, dice l’assessore ai Lavori pubblici Marco Granelli, rappresenta “l’intervento più imponente fatto dal Dopoguerra a oggi”.

I lavori per realizzare la Galleria Vittorio Emanuele II risalgono al 1867. Il restauro serve “per mettere in sicurezza e valorizzare uno dei monumenti simbolo di Milano”. Si inizia con un’indagine diagnostica e un’analisi di laboratorio da 400 mila euro. Queste dovranno portare ad un piano per sostituire tutti i vetri storici e le parti in ferro logorate dal tempo e dai fenomeni atmosferici.

I lavori sulla “coperta composta in parte in ferro e in parte in vetro”, si legge nella delibera che detta le linee guida per l’affidamento dell’indagine preliminare, sono diventati necessari perché il tetto “a causa del trascorrere del tempo si presenta in uno stato di deterioramento”. Quanto e dove intervenire però deve essere stabilito con precisione dalla gara che aprirà la caccia ai super tecnici.

Presumibilmente a marzo del 2020, partirà un check-up di 150 giorni che analizzerà in profondità e con macchinari speciali lo stato della copertura. Una visita che porterà al progetto di riqualificazione e anche alla quantificazione economica precisa di lavori veri e propri che potrebbero partire tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022 e per cui in passato erano stati previsti quattro milioni di euro.