E’ Giovanna Carminati la seconda vittima italiana del Coronavirus

Viveva a Casalpusterlengo, nel Lodigiano, Giovanna Carminati, la seconda vittima italiana del Coronavirus. La donna di 77 anni è morta nella propria abitazione.

Giovanna Carminati era stata colpita da una polmonite. Nei giorni scorsi era stata visitata in pronto soccorso a Codogno, pare nelle stesse ore in cui sarebbe passato anche il “paziente 1”.

L’abitazione della donna a Casalpusterlengo è in isolamento. La donna era malata da tempo. Infatti stava curando una polmonite ed è stata trovata morta in casa, forse colpita da un infarto, complicazione probabile dovuta al coronavirus al quale è post mortem risultata positiva.

In base ad alcune indiscrezioni, la donna era la madre di un amico del 38enne di Codogno considerato il “paziente uno”. “All’anziana – ha spiegato l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera – post mortem è stato fatto il tampone ed è risultato positivo, ma ad oggi non possiamo dire, visto che manca l’autopsia e altri esami, se è morta a causa del coronavirus o per altre situazioni”.