L’Inter non molla: si attende la ripresa del campionato

L’Inter non molla. La squadra è in corsa in Europa Leauge (ottavi contro il Getafe), ha 9 punti di ritardo della capolista Juve (ma con una gara da recuperare) e deve disputare la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro il Napoli. La squadra di Conte è in corsa quindi per tre obiettivi e attende la fine dell’emergenza sanitaria per riprendere in campionato e coppe. Anche i bookmakers stranieri ritengono che i nerazzurri possano alzare almeno uno dei tre trofei. In campionato la situazione è più complessa, ma sia in Coppa Italia sia in Europa League ci sono tutte le carte da giocare per l’Inter di Conte.

L’Inter non molla. La quarantena precauzionale della squadra è quasi terminata. Tanti i temi da affrontare anche fuori dal campo: dalla nuova Pinetina al nuovo stadio. Ma anche e soprattutto la ripresa degli allenamenti, il nuovo calendario sia della Serie A sia delle Coppe. Non mancano poi i movimenti di calciomercato. Al momento si tratta soltanto di sondaggi. I nomi al centro delle trattative sono quelli di Lautaro Martinez, Borja Valero, Vecino, Asamoah, Sensi, Biraghi, Sanchez, Godin e Skriniar.

Tutti sul mercato? Indubbiamente la società punta a tenere i pezzi pregiati e a disfarsi di chi potrebbe non essere più funzionale al progetto. Borja e Vecino potrebbero andare via. Asamoah si è infortunato troppo a lungo e verrà ceduto. Su Biraghi si tratta. Nerazzurri e Viola ipotizzando di completare lo scambio tra lui e Dalbert a titolo definitivo. L’addio a Godin, dopo una sola stagione in nerazzurro, è dato per certo. Anche Skriniar è in dubbio. Tra le mosse di mercato anche un ipotetico scambio con il Manchester City tra lui e Cancelo.

Capitolo Eriksen. Giunto a fine gennaio ha avuto poche occasioni. Visto lo stop del campionato, difficile completare la valutazione del calciatore. Alla ripresa della Serie A ci sarà modo di vederlo all’opera. Molto dipenderà anche dal modulo che adotterà Conte.

E’ in forse il riscatto di Sensi. Sino ad ottobre è stato davvero il migliore poi gli infortuni hanno compromesso la sua stagione. E’ tornato a febbraio ma non sembrava più lo stesso. Per lui quindi un grande punto interrogativo.

C’è chi invece ha parecchio mercato. E’ Lautaro. Prima dell’emergenza Covid-19 era quasi per scontato il suo addio all’Inter ma ora non è detto che il Barcellona abbia cassa a sufficienza per pagare 111 milioni della clausola in un’unica soluzione. L’attuale crisi sanitaria ha avuto inevitabili ripercussioni anche sulle casse societarie. Il calciomercato estivo pertanto sarà portato a trovare idee e soluzioni nuove anche più rabberciate. Ora si fa quindi strada l’ipotesi che Lautaro, almeno per un altro anno, resti all’Inter.