Le pizzerie di Milano si sono riorganizzate pensando al cliente

Tra le attività messe a dura prova dal covid-19 ci sono anche le pizzerie di Milano. La Città è nota per la sua movida, per lo stare insieme, fuori a cena con gli amici. Questa emergenza ha costretto tutti a stare a casa, a rinunciare al piacere di una pizza fuori con gli amici.

Le pizzerie di Milano si sono però riorganizzate pensando al cliente. C’è chi, ad esempio, regala una mascherina per chi ordina la pizza a domicilio. Chi, invece, dà come omaggio un vasetto con lievito madre per preparare il pane in casa. Sono alcune delle iniziative promosse dalle pizzerie di Milano per fronteggiare l’emergenza covid-19 ed essere dalla parte del cliente.

La pizzeria “Lievito madre al Duomo” di Gino Sorbillo offre una birra a chi ordina la pizza. Marghe regala una bottiglietta d’acqua assieme alla pizza portata a domicilio.

La pizzeria DaZero regala una mascherina fatta a mano a chi ordina la pizza a domicilio. La mascherina è cucita dalle sarte del Cilento. Su ci sono stampati i personaggi di DaZero che raccontano “di uomini e donne tenaci produttori delle eccellenze della nostra filiera corta”. La distribuzione avrà inizio il 30 aprile.

La pizzeria Berberè, insieme alla pizza, consegna a casa il lievito madre di sua produzione per consentire fare preparare la pizza o il pane in casa. Il regalo verrà consegnato sino ad esaurimento scorte. Inoltre sul portale della pizzeria sono disponibili la ricetta della pizza con lievito e le istruzioni per rinfrescare e mantenere viva la pasta madre.

Sono nate iniziative solidali come quella della pizzeria Babbo Natale, nel quartiere Nolo, che regala le pizze al personale sanitario degli ospedali e alla polizia. Invece le pizzerie Lievità Gourmet e Pizzium consegnano a casa ad un euro.