Sposi a Milano: i luoghi più belli dove farsi fotografare

Le nostre città sono piene di sorprese e di luoghi meravigliosi dove farsi fotografare durante il giorno più importante: il matrimonio. Per avere un’idea più chiara e per l’organizzazione meglio farsi affiancare dagli esperti wedding planner di Milano come White Emotion.

La città meneghina offre davvero scorci indimenticabili che ben si prestano alle foto per il matrimonio. Angoli noti a chi la vive ma non necessariamente a chi ci passa, che meritano però di essere raccontati, scoperti e immortalati.

Ci sono soggetti poi, come il Duomo, che anche chi lo vede da tutta una vita non riesce a non fotografare ogni volta in cui ci capita davanti, perché c’è una luce diversa, perché al tramonto diventa rosa, perché la sua imponenza è davvero notevole. 

Non c’è niente di più suggestivo di un antico castello per vivere a pieno la favola di nozze. Spostatevi in ogni stanza e approfittate della suggestione ricreata da arazzi, affreschi ed eleganti porcellane. Per un giorno, potrete giocare a essere re e regina, anche se al posto della corona indossate il velo da sposa e, forse, un impeccabile cappello a cilindro.

La natura può regalarvi colori spettacolari da catturare nelle vostre foto di nozze. A seconda dell’orario in cui deciderete di realizzare il reportage, il verde dei prati cambierà tonalità e voi potrete immergervi nell’ambientazione che meglio si addice al vostro umore e allo stile delle vostre nozze. Ad esempio, fatevi scattare delle fotografie spontanee mentre passeggiate tra le vigne che circondano la location dove si terrà il ricevimento: si tratta della cornice ideale per un matrimonio rustico o boho chic.

A due passi dal Duomo di Milano ma defilata dal via vai più frenetico, la deliziosa piazzetta prende il nome dall’omonima chiesa cinquecentesca che la impreziosisce. Saranno gli eleganti palazzi, la posizione centrale ma nascosta, il raro privilegio di essere pedonale, ma l’atmosfera che si respira, specialmente la sera, è davvero romantica.

Eppure sui Navigli c’è poesia. Così scriveva Alda Merini che sui Navigli meneghini abitò per lungo tempo e trasse ispirazione per i suoi versi. Le case di ringhiera, le osterie, le strade strette, i ponti sospesi sull’acqua luccicante del canale. 

Una passeggiata da queste parti – specialmente lungo il pittoresco Naviglio Grande – è un vero tuffo nel tempo. Immancabile una sosta al famosissimo Vicolo dei Lavandai, lo storico vicolo che prende il nome da un antico lavatoio, per respirare un’atmosfera incantevole.

Le cartomanti di Via Fiori Chiari, ristorantini a lume di candela, negozietti di antiquari e artigianato, viuzze pittoresche. Quando si entra nel quartiere di Brera sembra di immergersi in un universo parallelo.

Nel 1800 qui ci vivevano molti artisti che ancora oggi trovano dimora nella Pinacoteca di Brera, la galleria che ospita tra i vari il famoso Bacio di Hayez. Non perdetevi un giro nel suggestivo Orto Botanico, una misteriosa oasi di verde con tanto di vasche settecentesche e Osservatorio Astronomico.