La birra celiaca tra i prodotti senza glutine on line più acquistati in estate

Voglia di birra! In estate sono tanti i milanesi che non rinunciano a bere, soprattutto in compagnia. Tra i prodotti senza glutine on line la birra celiaca è una delle più acquistate, in particolare nella stagione estiva, come sottolinea il portale specializzato Celiachiastore.it.

Ma un celiaco può bere Birra? Nella sezione blog del sito tematico si evidenzia come “l’arrivo sul mercato della birra senza glutine è stato un sollievo per molte persone intolleranti”. Anche i celialici quindi possono bere una birra in compagnia. Si tratta di un prodotto molto ricercato perché produrre la birra senza glutine non è agevole. Ci vuole un birraio preparato capace di padroneggiare l’arte della birra, di sapere regolare con attenzione setosità, amarezza, gradazione alcolica, morbidezza. E soprattutto deve fare a meno del malto d’orzo, uno dei quattro ingredienti essenziali principali. Tra i prodotti senza glutine acquistabili online oggi figurano le birre con malto di miglio, riso, grano saraceno, sorgo o quinoa.

Ci sono diverse tipologie di birre senza glutine. Ve ne sono alcune che non contengono nessuna forma di cerale contenente la gliadina, senza glutine, quelle a basso contenuto di glutine conosciute come deglutinizzate. Una birra con un contenuto di glutine inferiore a 20 mg di glutine per litro di birra si considera gluten free, pur contenendo un po’ di glutine.

I due cereali usati per produrre la birra sono l’orzo maltato e il grano. Questi contenenti glutine, a volte sono esclusi nelle ricette di birra senza glutine. Si usano quindi quinoa, grano saraceno, miglio, riso. I cereali sono fonte di zucchero e permettono ai lieviti presenti nella birra di iniziare la fermentazione. Lo zucchero presente nella birra diventa, grazie alla fermentazione, alcool e gas.

Il gusto della birra per celiaci è diverso da quella tradizionale. La maggior parte dei celiaci acquista birra di riso e quella di miglio. La prima è la classica gluten free, usata in particolare nella tradizione orientale. Il sake si sposa benissimo con il sushi ed è parte integrante del menù tipico giapponese. La birra di riso è la più prodotta dei microbirrifici artigianali in quanto il cereale dona secchezza e contenuto alcolico, da bilanciare ad una buona luppolatura o speziatura.

Grande successo riscuote anche la birra di miglio comunemente definita l’africana. Scelta ed amata soprattutto da chi ama i prodotti tipici esotici. In effetti queste due birre non vengono bevute soltanto dai celiaci ma anche da chi non è intollerante e ama gusti differenti da quelli tradizionali. Anche per i celiaci ci sono birra senza glutine alla spina o in bottiglia. In questo caso questione di gusti.