Conte amareggiato: a fine anno farò le mie valutazioni

Il tecnico nerazzurro dopo il 2-2 contro il Verona è profondamente amareggiato. Altri punti gettati via così come era successo con Sassuolo e Bologna. Anche il Verona rimonta l’Inter e accresce l’amarezza di Conte nel post gara. “Dal punto di vista dell’impegno e della voglia non ho nulla da dire, non ci dimentichiamo che il Verona gioca a ritmi alti e noi abbiamo risposto in tutto e per tutto. Però c’è il solo rammarico di aver preso un gol a 5’ dalla fine da un fallo laterale, così perdi punti per strada e dispiace. Meritavamo di vincere la partita” ha spiegato il mister a Sky. “Si sta facendo un lavoro importante qui e penso si veda. Il fatto che abbiamo perso 20 punti da situazione di vantaggio ci deve far riflettere e spingere a migliorare”.

“Per Lukaku speriamo non sia niente di particolare, è da verificare perché ha avuto un problema nella zona della schiena e dell’adduttore. Mancanza di continuità? Manca la gestione delle situazioni, la poca esperienza pesa sotto questo punto di vista. Detto questo, il Verona nel secondo tempo ha tirato solo nella circostanza del 2-2. Piace dire che io a prescindere critico, ma le mie sono critiche costruttive”. Sul fatto che servono top player Conte si frena… “Non rispondo se no poi mi massacrate. Io farò delle considerazioni a fine anno, così come il club. Se c’è qualcosa da dire lo dirò alla società, chiaro che a tutti piace vincere ma bisogna capire quanto si è vicini o lontani dal vincere. Se vedeste i numeri, trovereste che abbiamo molto possesso e un elevato indice di pericolosità in area. Purtroppo conta il risultato e i risultati dicono che abbiamo buttato punti con il Sassuolo, con il Bologna e con il Verona”. “Sanchez anche l’anno prossimo? Non mi interessa il futuro, va prima finito il campionato e poi si faranno le valutazioni sul lavoro fatto. Eriksen? Sta giocando molte partite, sta crescendo, noi stiamo cercando di inserirlo in un contesto, è anche vero che Borja Valero sta facendo molto bene”.