Migliore assicurazione auto: esiste davvero?

Ogni anno la stessa storia: quale assicurazione scegliere per la nostra auto? Decidere non è semplice e si può senza ombra di dubbio affermare che non esiste una migliore assicurazione in assoluto in quanto la scelta è estremamente personale e dipende dalle esigenze e dalle specificità dell’auto e del singolo. Ci sono delle considerazioni che vanno, però, fatte e che possono guidarci nella scelta della più adatta a noi al fine di garantirci una guida serena e un utilizzo senza ansie del nostro veicolo:

  1. nel momento in cui si va a valutare un’assicurazione auto, soprattutto se da sottoscrivere online, è bene prestare attenzione al gestore della stessa, alla chiarezza espositiva della copertura, alla velocità di sottoscrizione e all’assistenza che viene fornita sia durante la fase iniziale sia durante l’intera durata della polizza. Ormai l’universo internet non deve più far paura: oggi è infatti possibile trovare in pochi clic la migliore assicurazione auto con Facile.it o, più in generale, con l’aiuto di un comparatore online, che ti consente in un batter d’occhio di confrontare le offerte delle principali compagnie assicurative.
  2. quando confrontiamo le diverse offerte, non dobbiamo considerare esclusivamente i costi, ma anche cosa è incluso e cosa non è incluso nella polizza, i massimali e come varierà negli anni il costo della stessa;
  3. vista l’infinità di possibili proposte delle assicurazioni fisiche o online, bisogna prestare attenzione alla tipologia e all’ammontare della personalizzazione della polizza sottoscritta. In base al tipo di personalizzazione che si opera, si andrà a evincere e definire la somma pagata annualmente: un’assicurazione che copre la responsabilità civile di un unico guidatore o che non comprende coperture accessorie, probabilmente costerà meno di una polizza che assicura in toto il veicolo e il suo conducente;
  4. nonostante i costi possano essere (o sembrare) più elevati, prevedere delle assicurazioni complementari, anche se facoltative, potrebbe essere sicuramente un’idea valida, utile in situazioni non propriamente piacevole: è il caso della copertura in caso di furto o incendio. Polizze di questo tipo permettono di agevolare l’assicurato e di supportarlo completamente in uno dei casi appena citati: il furto è una delle situazioni più temute dai possessori di un’auto e non è raro che avvenga, soprattutto nelle grandi città. In questo caso, l’assicurato si vedrebbe riconoscere un risarcimento, a seconda dei casi e della polizza sottoscritta, totale o parziale del valore della macchina al momento in cui è avvenuto il furto. Lo stesso dicasi per l’ipotesi di incendio, altra casistica molto temuta perché potrebbe danneggiare non solo la macchina, ma anche terzi, in termini sia di beni che di persone fisiche: in questo caso, la polizza copre i danni all’auto e a terzi.

In generale, garantirsi un’assistenza completa ci permetterebbe di vivere meglio la guida e la nostra auto. Perché non approfittarne?