Alessandro Pasini ha fatto trovare il corpo di Sabrina Beccalli: è nelle campagne di Vergonzana

Alessandro Pasini ha deciso di collaborare. L’uomo di 45 anni, accusato di omicidio e distruzione di cadavere, ha indicato il luogo in cui si trova il cadavere di Sabrina Beccalli, la donna di 39 anni di Crema, scomparsa dalla notte tra venerdì e sabato scorso. Gli inquirenti erano riusciti a trovare nuovi elementi per mettere alle strette Alessandro Pasini.

Il quarantenne, mercoledì scorso, quando è stato fermato, non aveva voluto collaborare con i magistrati, era rimasto in silenzio, negando anche il codice pin del cellulare. Invece oggi ha iniziato a parlare. Il corpo di Sabrina Beccalli è in una roggia non distante dal luogo in cui la sua Fiat Panda era stata trovata carbonizzata la sera di Ferragosto nelle campagne di Vergonzana, frazione di Crema a due chilometri dal quartiere San Bernardino. In corso le operazioni di recupero. Sul posto sono arrivati anche i familiari.

I Ris di Parma hanno perquisito e cercato prove anche nella casa della storica ex fidanzata del quarantenne, che sembrerebbe estranea alla tragedia. Resta da capire se questa decisione, inattesa, sia servita a scoprire un dettaglio o un particolare che possa avere messo alle strette l’uomo accusato del delitto. L’avvocato difensore, Paolo Sperolini, ha spiegato che “Pasini non ha confessato il delitto, ma ha reso la sua versione”. AGGIORNAMENTO: Pasini non ha confessato il delitto e non ha riferito dove fosse il corpo di Sabrina, anche se in primo momento era circolata la notizia che l’uomo avesse indicato nel Serio Morto il luogo dove il corpo era stato lasciato. Notizia che si è rivelata infondata.