A Milano lo smartphone si carica anche in metro

Da qualche giorno i pendolari della metro di Milano hanno un servizio in più grazie a 20 colonnine di ricarica gratuita installate nelle cinque più trafficate stazioni della linea verde M2: Piola, Stazione Centrale, Porta Garibaldi, Cadorna e Porta Genova. Promotrice dell’iniziativa è stata Edison in collaborazione con IGPDecaux e Atm. Stando a quanto dichiarato dall’azienda energetica, si tratta del “primo progetto di questo tipo in una metropolitana europea”. Un modo per venire incontro alle esigenze degli utenti, ma anche per ribadire un’ormai storica attenzione verso la mobilità urbana. Già sul finire dell’Ottocento, infatti, proprio Edison aveva elettrificato la rete tranviaria di Milano, fino ad allora trainata dai cavalli, alimentandola con energia rinnovabile ricavata da centrali idroelettriche sull’Adda.

Contraddistinte da intensi led blu, le colonnine sono dotate di otto porte Usb alle quali è possibile connettere i propri device senza limiti di tempo. Già presenti in spazi quali aeroporti, centri commerciali e hotel, in futuro potrebbero forse fare capolino anche nelle altre linee del metrò meneghino: la rossa (M1), la gialla (M3) e la lilla (M5). In primavera aprirà i battenti anche il primo tratto della blu (M4). “Siamo molto soddisfatti di inaugurare un nuovo servizio pubblico per la ricarica elettrica in alcune stazioni della metropolitana milanese” ha affermato Cristina Parenti, senior vice president External Relations & Communication di Edison.

Tra gli scopi del progetto, anche quello di sensibilizzare la cittadinanza a un uso più consapevole dell’energia. Alle spalle di ogni colonnina, infatti, un pannello ospita la campagna di comunicazione L’energia che cambia tutto. L’invito di Edison, in questo senso, è a “minimizzare gli sprechi, applicare soluzioni efficienti, utilizzare fonti energetiche sostenibili come l’eolico o il fotovoltaico, o ancora prendere mezzi di trasporto alimentati da elettricità”.