Palazzo Marino destina 2,7 milioni per le scuole dell’infanzia paritarie

Sostenere il sistema educativo e ampliare l’offerta di servizi dedicati ai bambini nella fascia 0/6 anni. È questo l’obiettivo della convenzione che il Comune stipulerà con le associazioni dei genitori e dei gestori delle scuole d’Infanzia paritarie e di cui la Giunta ha approvato le linee di indirizzo.

La convenzione, che sostiene il comparto con un contributo di oltre 2,7 milioni di euro, permetterà, per esempio, agli utenti delle scuole materne paritarie di fruire della refezione scolastica alle stesse condizioni delle bambine e dei bambini che frequentano le scuole comunali.

Secondo i criteri e le modalità che verranno approvate con la convenzione, verrà inoltre erogato a ogni scuola un contributo che dipenderà dal numero di iscritti e dalla fascia di Isee in cui le loro famiglie sono collocate, con un contributo aggiuntivo per gli utenti con disabilità. Infine, le scuole paritarie che si rendono disponibili ad accogliere utenti presenti nelle liste d’attesa comunali – per un massimo di 200 posti – riceveranno una retta mensile da parte dell’Amministrazione a integrazione del contributo, calcolato sulla base dell’Isee, corrisposto dalla famiglia per il servizio mensa.

“Crediamo molto – dichiara l’assessora all’Educazione Laura Galimberti – nell’importanza di un sistema educativo integrato che garantisca un’offerta il più possibile ampia e composita per le famiglie milanesi. La conferma di questo contributo, in un momento così complesso per la scuola e i servizi educativi, va nella direzione della valorizzazione del ruolo delle scuole dell’infanzia paritarie nel sistema cittadino dell’istruzione. Da sempre l’Amministrazione crede nella collaborazione tra pubblico e privato che, in questo particolare settore, ha una lunga tradizione che intendiamo portare avanti”.