Per l’Inter ora zero introiti da qui alla fine di una stagione segnata dal Covid e dall’assenza di pubblico negli stadi

Che amarezza. L’Inter di Conte fallisce. Va fuori sia dalla Champions sia dall’Europa League. Un vero disastro sportivo ma anche economico che si traduce in zero introiti da qui alla fine della stagione segnata dal Covid e dall’assenza di pubblico negli stadi.

È un disastro tecnico. Antonio Conte si deve ora concentrare sullo scudetto. Senza impegni internazionali e con la sola Coppa Italia, l’obiettivo minimo ed unico è vincere il campionato. Ma è lunga: bisognerà arrivare a maggio davanti a tutti.

Che tristezza. L’Inter non è riuscita a segnare nemmeno un gol allo Shakhtar. Il ritmo è stato basso e monocorde, le giocate scolastiche e leggibili dagli avversari.

Conte se l’è presa con gli arbitri e la Var. Ma non va bene affatto per Antonio Conte. È incredibile non essere riusciti a segnare nemmeno un gol in 180 minuti, non basta difendersi sostenendo che lo Shakhtar, come altre squadre, si è snaturato pur di contenere o annullare la forza dell’Inter. I gol mancati non sono la causa, ma l’effetto.

L’Europa è andata. Conte ora metta tutte le sue energie su scudetto e Coppa Italia. Può vincerle entrambe. Una consolazione? Ma almeno un risultato per un allenatore strapagato!