Juve-Milan uno spareggio: chi vince ha grande possibilità di andare in Champions

Chi l’avrebbe mai immaginato ad inizio stagione. Inter campione d’Italia. E Juve-Milan “spareggio Champions”. Da un lato tra i tifosi rossoneri c’è la rabbia per una stagione iniziata alla grande (come dimenticare il titolo di campione d’inverno) ma con un finale thriller ed un Milan che fino all’ultimo è in corsa per l’Europa che conta. A Torino in 90′ si gioca un’intera stagione, per entrambe. Conterà di più Cristiano Ronaldo o l’eterno Zlatan Ibrahimovic? Quale ruolo avranno Wojciech Szczesny e Gigio Donnarumma? (possibile operazione di scambio a fine stagione).

Sarà sfida anche tra Pirlo e Pioli. Entrambi verrebbero messi in discussione in caso di mancato approdo in Champions League, soprattutto il mister bianconero. “E’ la gara della svolta, chi vince ha grande possibilità di andare in Champions”. Non usa giri di parole Stefano Pioli a poche ore dallo spareggio Champions in casa bianconera.

La posta in palio è alta. Ci sono i piani futuri del club, il budget per il mercato e tutto ciò che comporta un ritorno in Champions. Per i rossoneri non sarà missione facile, ma Stefano Pioli è consapevole che la partita vale tutto. “Motivazioni e stimoli sono al massimo, sicuramente abbiamo l’energia per finire bene questo campionato. Chi ci crede può ottenere tutto” ha sottolineato. “Sappiamo di affrontare un avversario con grande qualità e con giocatori forti, ma crediamo nelle nostre capacità. In termini di fiducia e possibilità concrete un risultato positivo ci darebbe grande consapevolezza, ho visto una squadra pronta mentalmente e consapevole della sua forza”.

All’Allianz il Milan potrebbe cambiare qualcosa in avanti. Pioli in allenamento ha provato Brahim Diaz vicino a Zlatan Ibrahimovic (a caccia del primo gol allo Stadium), con la contemporanea esclusione di Rebic e Leao che inizieranno dalla panchina. Calhanoglu e Saelemaekers saranno gli altri interpreti della trequarti. In difesa Tomori dovrebbe vincere il ballottaggio con Romagnoli per un posto accanto al veterano Kjaer. Calabria e Hernandez i terzini, mentre Donnarumma sarà il titolare e capitano.