Pioli applaude i suoi e si gode Diaz: crede molto in se stesso, ma è quello che ci vuole

“Il Milan ha vinto la partita soffrendo e questo ci serve per continuare a crescere. Abbiamo sofferto da squadra. Ero sicuro che saremmo stati pronti, ci siamo preparati bene”. Così mister Pioli ai microfoni di Sky Sport dopo l’1-0 in casa della Sampdoria. “Se saremo capaci di mantenere questo spirito, farà la differenza e ci toglieremo tante soddisfazioni. Siamo più forti, o almeno siamo più pronti rispetto a quando sono arrivato due anni fa. Poi dove possiamo arrivare in questa stagione è difficile dirlo, le griglie non mi piacciono”.

Il tecnico rossonero ai microfoni di Dazn elogia il match-winner Brahim Diaz. “La Samp ha fatto una buona partita difensiva e ogni tanto abbassavamo Brahim per avere più superiorità in palleggio. Quando si pensa a lui, si pensa sempre alla prova e al gol contro la Juve della scorsa stagione… è vero, ha molta personalità e crede tanto in se stesso, potrei definirlo quasi un po’ presuntuoso ma è quello che ci vuole. Nel gruppo c’è tanta competitività, chi vuole giocare deve fare davvero bene. Ma c’è tanta collaborazione, voglia di stare in campo insieme”.

Maignan ha impressionato il mister. “E ci aiuta anche quando calcia lungo, come nel caso del lancio per Leao. Più in generale, ci aiuta a essere imprevedibili, perché nel calcio di oggi non possiamo presentarci sempre con lo stesso canovaccio”.