Inzaghi: ci mancano un paio di punti, ma sono molto contento della squadra

L’Inter di mister Inzaghi vince con il Sassuolo e alimenta la corsa per lo scudetto bis. Decisivi i suoi cambi sono stati decisivi. “Il Sassuolo ha fatto meglio di noi primo tempo, nella ripresa, anche prima dei cambi, avevo visto una squadra diversa. Giocando ogni tre giorni ho bisogno di dare un impulso alla squadra, perché ho visto tanti giocatori stanchi dopo un ciclo terribile, nemmeno meritavano tutti di uscire i sostituiti. Inizialmente ne volevo cambiare tre, poi avevo bisogno più spinta e ne ho inseriti quattro. Dopo la settima partita in 20 giorni allenandoci poco, sapevo che mi avrebbero aiutato e sono stati determinanti. Dzeko? Lo conoscevo da avversario, mi hanno colpito la sua disponibilità e come si allena, non si tira mai indietro. Abbiamo un ottimo reparto avanzato”.

L’allenatore guarda al periodo intenso in vista per l’Inter. Infatti dopo la sosta arriveranno la Lazio, lo Sheriff in Champions e la Juve. “Nel primo tempo abbiamo commesso troppi errori tecnici che di solito non ci appartengono, soprattutto nell’ultima mezz’ora del primo tempo li abbiamo pagati. Dopo la sosta avremo una settimana chiave, ci arriviamo bene anche se avremmo meritato un paio di punti in più in campionato, ma sono contento di come la squadra sa soffrire. Restiamo sempre in partita perché ho trovato un gruppo con un grande spirito, le ultime due partite tecnicamente non sono state belle come le altre. Ora cercheremo di recuperare”.