La demolizione delle strutture dell’EXPO e il progetto Mind

Spenti i riflettori su Expo 2015, Milano ha subito iniziato a focalizzare l’attenzione su come destinare l’immensa area occupata dalla grande kermesse mondiale. È nato così il progetto Mind (Milano Innovation District) per la creazione di una vera e propria cittadella del futuro che ospiterà il nuovo campus dell’Università Statale, l’Ospedale Galeazzi, Human Technopole e decine di aziende che hanno scelto di trasferire la propria attività di ricerca in questa smart city.

Una parte dei lavori di demolizione delle strutture dell’Expo sono stati effettuati da Preve Costruzioni che, per documentare la mastodontica impresa, ha affidato le riprese al team di Udrone, specializzati in riprese aeree Milano e su tutto il territorio nazionale.

Con i suoi droni tecnologicamente avanzati, Udrone ha effettuato le riprese aeree per illustrare passo dopo passo le fasi di cantiere per la rimozione delle strutture, che hanno comportato l’impiego di 100 addetti e di 140 mezzi.

Terminate le riprese cantiere con drone, la società Udrone ha effettuato il montaggio del video. Il risultato finale è un piccolo capolavoro di editing che fa ripercorrere con la mente i dieci mesi di durata dei lavori (da settembre 2020 a luglio 2021).

Nel complesso sono state smaltite 3.300 tonnellate di ferro e acciaio, 11.000 tonnellate di terre e rocce, 420 tonnellate di materiali a base di gesso, 13.700 tonnellate di rifiuti misti derivati da attività di costruzioni. Materiali, questi, che saranno completamente recuperati.

expo udrone 2

Il progetto Mind

Il prestigioso progetto prevede di mantenere alcune delle strutture che hanno caratterizzato la partecipazione del nostro Paese a Expo 2015, come l’imponente Palazzo Italia e i Padiglioni Nord e Sud. In questi edifici si insedierà Human Technopole, il nuovo istituto italiano di ricerca per le scienze della vita, occupando una superficie complessiva di 55.000 metri quadri, di cui 35.000 di laboratori interdisciplinari.

La Fondazione Triulza, vera e propria rete delle principali organizzazioni italiane del Terzo Settore e dell’Economica Civile, continuerà ad operare nella struttura Expo della  Cascina Triulza, per caratterizzare il nuovo Parco della Scienza dal punto di vista dell’innovazione sociale.

Sulla cittadella svetterà anche l’Albero della Vita, simbolo del Padiglione Italia, una struttura in acciaio e legno alta 37 metri che farà da sfondo a spettacolari intrattenimenti.

Per la realizzazione dei lavori è stato stanziato un budget di 4 miliardi di euro. Una volta ultimato, il polo scientifico Mind accoglierà circa 60 mila persone, di cui 19.000 saranno studenti universitari.

Chi è Udrone

Udrone è un team di professionisti specializzato in foto e riprese con drone. Realizza video di tipo pubblicitario e documentaristico, oltre a offrire il suo supporto in occasione di eventi e manifestazioni sportive. Si occupa di promozione turistica, monitoraggio, sorveglianza e mappatura del territorio, ispezioni edili, di antenne e linee elettriche, di viadotti e ponti, rilevamenti fotografici, televisione. Utilizza droni altamente tecnologici con attrezzatura 4k, 360°, gimbal e stabilizzatori professionali e GPS, grazie ai quali è possibile garantire riprese fluide e stabili e foto aeree estremamente definite. E il suo intervento in fase di elaborazione post-fotografica ed editing permette di creare video e immagini dal forte impatto visivo, proprio come quello realizzato per il nuovo polo Mind.

expo udrone 3