Inzaghi torna a casa da ex: innegabile sarà una grandissima emozione

Simone Inzaghi oggi è atteso all’Olimpico dalla “sua” Lazio. Il tecnico dell’Inter è emozionato ma concentrato. Vuole portare via tre punti da Roma per avviare un mese delicato per l’Inter. “Sappiamo che ci attendono tante partite ravvicinate, vogliamo farci trovare pronti. Purtroppo ad Appiano eravamo pochi, ma abbiamo lavorato nel migliore dei modi. In attacco ho diverse opzioni. Dzeko giocherà, ho un’opportunità con Satriano, ma ci sono anche Perisic e Calhanoglu, che ha preso una brutta botta lunedì ma sta facendo di tutto per recuperare. Sanchez e Vidal non ci saranno, andranno a Milano e torneranno a disposizione per la Champions. Anche Sensi sta meglio, ma non può ancora calciare liberamente. Dovrò inoltre valutare le condizioni di Lautaro e Correa e il loro recupero. La Liga ha rimandato diverse partite dopo la sosta per le nazionali per salvaguardare i propri club nella Coppe? Sono stati bravi, ma ora per noi è tardi, il problema andava affrontato prima”.

Simone Inzaghi non nasconde l’emozione di tornare a Roma da avversario. “Per me è un ritorno a casa, è stata mia per 22 anni. Innegabile che sarà una grandissima emozione rivedere i ragazzi che in questi anni mi hanno sempre dato tutto. Rivedere le persone dietro le quinte che sono sempre state speciali in tutto questo tempo. E rivedere i tifosi della Lazio, che per me sono stati importantissimi. Abbiamo gioito e sofferto insieme in questi anni e abbiamo raggiunto grandissimi traguardi”.

“Ci saranno fischi e applausi, ma fa parte del mestiere. Li accetterò, ma loro sanno che io ho sempre dato tutto per quei colori. Lotito e Tare siano state persone molto importanti per la mia carriera. Ho iniziato ad allenare grazie a loro, non finirò mai di ringraziarli. Sapendo che ci siamo integrati bene e che abbiamo ottenuto grandi risultati. La nuova Lazio ha fatto ottime partite: dal derby all’Europa League, è una squadra costruita bene, con ottime qualità. Sarri è molto bravo ad organizzare le sue squadre, i ragazzi stanno facendo ottime partite. Hanno perso l’ultima, saranno arrabbiati. Sappiamo che troveremo una squadra vogliosa di far bene. Ci presseranno molto, dovremo essere molto puliti tecnicamente”.