I mille volti di una Milano insolita tutta da scoprire

Considerata la città degli affari e dai ritmi frenetici, Milano è una città dalle mille sfaccettature. Spesso andando di fretta non si ha la possibilità di godere dell’effettiva atmosfera che il capoluogo lombardo offre a coloro che la vogliono scoprire veramente. Eppure, oltre ai grattacieli e alle architetture futuristiche, questo centro ha molto da offrire, soprattutto se ci predisponiamo a guardare questa metropoli da un punto di vista differente, andando a scoprire le meraviglie che quella Milano non troppo conosciuta ha da mettere a disposizione. Sì, perché esiste una Milano insolita, che va al di là dello stereotipo di una città grigia e fredda. Scopriamone di più in questo senso.

I mille volti di una città insolita

Milano ha molto da offrire, anche per chi vuole dedicarsi ad attività di divertimento, come la possibilità di partecipare a giochi con vincite in denaro. In città esistono molte sale slot, oltre alle celebri sale bingo dove oltre a giocare si può anche cenare o intrattenersi per un drink. Chi invece ama giocare a bingo online, magari da mobile nei momenti liberi della giornata, può contare su un bonus Bingo senza deposito immediato che è offerto dai principali operatori con licenza. Milano non si ferma mai! È una città in fermento anche da questo punto di vista e offre una serie infinita di luoghi da scoprire, al di là dell’aspetto che ci riserva a prima vista.

Ci sono sicuramente molti luoghi che non sono conosciuti e che non sempre rientrano negli itinerari tipici di chi si appresta a visitare questo centro dalle innumerevoli caratteristiche. Fra questi luoghi particolarmente da vedere e che spesso non sono molto famosi possiamo ricordare per esempio il Distretto Isola. Si tratta di un’area in cui viene realizzato un connubio perfetto tra architettura all’avanguardia e botteghe artigiane che vogliono mantenere la loro tradizione intatta.

Ecco perché dicevamo che Milano è una città in continuo movimento, dalle mille sfaccettature: spesso si riescono a mantenere con una certa vivacità aspetti che apparentemente sembrerebbero essere contrastanti, ma che, proprio per le loro caratteristiche diverse, contribuiscono a rendere unica questa città della Lombardia.

La Casa degli Atellani e la vigna di Leonardo

Milano non è soltanto il luogo degli affari e della new economy. Ha importanti riferimenti storici anche da offrire a chi ha la pazienza di andare alla scoperta di molti volti inediti della città. A questo proposito possiamo ricordare la valenza della Casa degli Atellani e della vigna di Leonardo.

Infatti nel 1498 il duca di Milano, Ludovico il Moro, ha avuto l’idea di regalare a Leonardo una vera vigna, che è stata trasmessa fino ai giorni nostri. Questo vigneto si trova tra i campi che circondano la Casa degli Atellani, una casa dai profondi motivi rinascimentali, molto affascinante.

La Casa degli Atellani è stata danneggiata in seguito alla Seconda Guerra Mondiale, poi è stata recuperata e restaurata. Dal 2015 si possono condurre anche delle visite guidate in questo luogo e nella vigna circostante.

Il Labirinto di Pomodoro

Nell’headquarter di Fendi in via Solari possiamo trovare a Milano quello che viene chiamato Labirinto di Pomodoro. Si tratta di un labirinto segreto in maniera concreta che è stato realizzato nei sotterranei.

La sua costruzione è stata piuttosto complessa e il termine dei lavori è stato soltanto nel 2011. In determinati giorni dell’anno, che tra l’altro non sono molti, è possibile anche prendere parte a delle visite.

La Cripta del Santo Sepolcro

Forse non tutti sanno che a Milano esiste anche la Cripta del Santo Sepolcro. Di che cosa si tratta esattamente? Per cercare di comprendere la natura di questo luogo, bisogna risalire indietro nel tempo, all’origine del periodo storico romano e medievale nell’antica città.

Nei pressi del Foro, che corrisponde all’area della Biblioteca Ambrosiana, è stata costruita una chiesa dedicata alla Santissima Trinità. Proprio in questa chiesa c’è una parte sotterranea con quella che si diceva essere una copia del sepolcro di Cristo. Da qualche anno, in particolare dal 2016, questa cripta può essere visitata.

Il Binario 21

Un altro luogo piuttosto magico e tutto da scoprire dei mille volti di Milano è quello che è chiamato il Binario 21. Si tratta di un’area che si trova presso la stazione centrale, sotto quelli che sono comunemente i binari ferroviari utilizzati. È un luogo che offre un’esperienza unica, perché si configura come un ricordo della Shoah.

Un tempo questa area sotto i binari ordinari veniva utilizzata per i vagoni postali. Poi è passata ad assumere un significato storico molto importante, quando proprio da questa area sono partiti quei vagoni con centinaia di deportati mandati nei campi di concentramento.

Il Museo Branca

Per chi ama il buon gusto è assolutamente imperdibile una visita a quell’area che un tempo costituiva il punto di riferimento per le attività produttive della distilleria del Fernet Branca e del Brandy Stravecchio. Si trova nell’area tra viale Jenner e viale Lancetti. Oggi è sede anche di un museo dedicato proprio a questi prodotti che venivano realizzati.