Demanio. Valorizzazione degli spazi in piazza Castello e nuovo bando in Galleria

L’assegnazione dell’immobile di piazza Castello 3 a UPEL – Unione Provinciale Enti Locali – viene formalizzata dopo che la procedura ad evidenza pubblica, aperta sulla base della manifestazione d’interesse presentata al Comune e scaduta lo scorso 28 ottobre, è andata deserta.
Con l’assegnazione dell’immobile il nuovo concessionario si farà carico della ristrutturazione dei locali e garantirà la custodia di tutti i volumi relativi al patrimonio librario dell’Istituto per la Scienza dell’Amministrazione Pubblica (ISAP) .

“È stata una lunga attesa ma è arrivato il lieto fine – commenta l’assessore al Demanio Emmanuel Conte –. Negli ultimi anni l’Amministrazione ha più volte tentato di valorizzare gli spazi attraverso procedure ad evidenza pubblica, senza riuscirci. Non è stato facile e per questo siamo contenti di poter dar seguito al progetto di valorizzazione proposto dall’UPEL, già assentito dalla Soprintendenza e perfettamente in linea con l’orientamento espresso a suo tempo dal Consiglio comunale. Per l’Amministrazione si realizza un duplice obiettivo: la valorizzazione del patrimonio immobiliare e la tutela di una biblioteca di grande valore”.

L’associazione si farà carico interamente dei costi di riqualificazione immobiliare, per un importo complessivo dei lavori stimato in 125mila euro.

Continua inoltre la valorizzazione della galleria Vittorio Emanuele II. Si apre infatti un nuovo bando (asta aperta fino al 13 gennaio 2022) per gli spazi attualmente occupati da Bric’s. L’unità immobiliare, che si trova nell’asse centrale della galleria e ha due vetrine,  ha una superficie complessiva di 249 mq e per ottenerla bisognerà fare un’offerta superiore alla base d’asta pari a 722mila euro all’anno. Essenziale sarà anche, come sempre per le gare del sito monumentale, la qualità della proposta progettuale.