La sicurezza in cantiere

Il cantiere è un luogo estremamente pericoloso, in cui non è sufficiente un’ampia esperienza nel settore forgiata in anni di lavoro, ma anche mezzi e provvedimenti atti a garantire che nulla possa andare storto.

Sentiamo continuamente parlare di morti bianche, al punto che, data la frequenza, non fa più notizia quanto dovrebbe. Alcuni errori ed incidenti sono dovuti ad eventi non controllabili, che pur prendendo tutti i provvedimenti non potrebbero essere evitate. Moltissime volte, però, l’incuria e la mancanza di sicurezza sono da imputare alla superficialità con cui vengono trattate situazioni vissute moltissime volte.

L’esperienza è un fattore determinante nel prevenire moltissimi problemi, ma allo stesso tempo è alla base di una confidenza eccessiva nelle proprie abilità e nel fatto che tutto andrà sicuramente per il meglio. Da ragionamenti come questo nascono pericoli enormi per la salute propria e degli altri.

Sicurezza strutturale

Il ponteggio è una struttura alla quale bisogna porre moltissima attenzione. Ogni singolo piano del ponteggio è resistente quanto il suo anello più debole e via via che si procede in altezza il peso graverà enormemente sui livelli inferiori. Proprio per questo occorre tenere sempre sotto controllo il livello di usura dei vari giunti e pilastri, per assicurarsi che alla fine di ogni lavoro siano ancora in grado di garantire il giusto livello di sicurezza nel successivo.

Allo stesso tempo, anche durante la messa in posa, qualora si notasse una fragilità nella struttura è fondamentale sostituire quel pezzo, anche se richiederà smontarne una parte o smantellarla completamente. Anche la scelta dei materiali e la qualità dei giunti è fondamentale, in quanto prodotti di qualità garantiranno una durata maggiore ed una resistenza ai danni superiore. Un esempio di prodotti di altissima qualità sono quelli offerti da Fonderiagaibotti.com, fonderia che si occupa di lavorazioni in alluminio con fusione in conchiglia, risultando nella soluzione più conveniente per la realizzazione di componenti strutturali dei ponteggi.

Stesso ragionamento si applica anche a tavole in legno, carrucole e travi. Questi elementi, se danneggiati o sottoposti a scarsa manutenzione possono essere i primi a cedere e rompersi, portando ad incidenti che possono rivelarsi mortali. Le procedure di controllo spesso possono apparire noiose, tralasciate del tutto per velocizzare i tempi, ma in molti casi esse salvano le vite.

Comportamento umano

Eliminati tutti i punti di fragilità puramente strutturali e dipendenti dalla gestione del ponteggio, non resta che prendere in considerazione delle azioni che devono essere fatte dal singolo per garantire la proprio incolumità e di chi sta intorno.

In primis l’utilizzo del caschetto è fondamentale per proteggersi dalla caduta di materiali provenienti dai livelli superiori, così come, nel caso di strutture alte e pericolose, l’utilizzo di imbragature apposite che proteggano in caso di caduta accidentale. Lo stesso vale per strumenti vari, sempre legati alla propria cintura o assicurati in modo che non scivolino di sotto, magari addosso a qualcuno.

Tutto ciò che riguarda l’utilizzo di carrucole per sollevare o portare giù materiali o strumenti deve avvenire in sicurezza, senza che tiri forte vento o vi siano persone potenzialmente a rischio al di sotto degli elementi attaccati alla fune. Lavorare in fretta e disattenzione, basando la propria sicurezza su una presunta esperienza che non potrebbe salvare da incidenti o infortuni, è uno dei principali punti di rottura nella catena della sicurezza sul posto di lavoro, che porta anche i meno esperti ad emulare, aumentando i rischi per tutti i presenti.

In particolare un fattore comune agli incidenti sul lavoro è il non rispetto delle norme di sicurezza più basilari, spesso tralasciate perché rallenterebbero alcune operazioni. Situazioni del genere le vediamo in particolare quando i lavori sono già in fase avanzata, con un po’ di ritardo rispetto a quanto preventivato. In questa situazione gli operai sono spinti a lavorare con tempistiche strettissime, così che le ispezioni e le misure di sicurezza sono i primi elementi ad essere tralasciati, con il rischio di causare un disastro.