Jovanotti a Milano per 12 notti da pensiero positivo

Jovanotti a Milano porta da questa sera il suo pensiero positivo. “Oh vita” è un inno alla gioia di vivere. Chi conosce l’artista sa quanta energia emana dal palco. Da oggi sino al 28 febbraio il Forum di Assago per dodici notti diventa terra di Jovanotti.

Jovanotti a Milano: un evento

Dodici serate (di cui dieci al momento già sold out) con “Oh vita”. Un assemblaggio di buone idee prodotto dall’inseparabile Rick Rubin. Lorenzo (eterno ragazzino) sul palco porta con sé Franco Santarnecchi al pianoRiccardo Onori alla chitarra, Saturnino al basso, Jordan McLean alla tromba, Christian Noochie Rigano alle tastiere, Leonardo Di Angilla alle percussioni. E ancora Gianluca Petrella al trombone, Matthew Bauder al sax e Gareth Brown alla batteria. Sono ben 51 le date nei palasport. Poi il tour estivo e i festival di mezza Europa.

Oh vita: grandi numeri

Ha ottenuto due dischi di platino. Centomila copie vendute. Ma è solo l’inizio. Il ciclone Jovanotti a Milano è destinato a lasciare il segno con “Oh vita”. Il suo pubblico è pronto ad acclamarlo. Dopo avere pubblicato un album live per il mercato statunitense e portato a termine alcune tournée all’estero, l’artista ritorna alle radici. E promette di regalare grandi emozioni al pubblico italiano e non solo. Ad acclamarlo in queste notti ci saranno fans provenienti da ogni dove.

“Dall’altra parte dell’oceano l’idea del cantante italiano è molto legata a quella della grande voce romantica e io, da quel punto di vista, non ho speranze. Così, anche se prodotto da Rubin, credo che quest’ultimo sia il disco più italiano della mia vita” ha annunciato Lorenzo. Il cantante ha già trovato una prima risposta nella calorosa attesa del Forum di Assago, tutto per lui, pieno fino all’ultimo millimetro. Perché gli anni passano ma la musica di Jovanotti è senza tempo e senza spazio.