A Milano il Marine presso lo Spazio Teatro No’hma

A Milano il Marine va in scena mercoledì 21 e giovedì 22 febbraio alle ore 21 presso lo Spazio Teatro No’hma. Un appuntamento molto interessante da mettere in agenda per trascorre una serata diversa. Conosci Milano anche e soprattutto attraverso la cultura e lo spettacolo.

A Milano il Marine: la storia

Lo spettacolo è in realtà la versione teatrale del libro di Pier Luigi Vercesi “Il Marine”. Il libro è edito da Mondadori nel 2017. Lo spettacolo è a cura di Marzio G. Mian, con regia di Marco Rampoldi. Il Marine porta a teatro un caso piuttosto singolare. La vicenda è stata negli anni di piombo sulle prime pagine dei giornali di tutto il Mondo. Lo spettacolo ha ritmi incalzanti. Riproduce la relazione tra il protagonista e la hostess nel corso delle intense, drammatiche ed interminabili ore del dirottamento. Un rapporto molto forte e diretto.

Nell’ambito teatrale Il Marine si trasforma in una figura mediante la quale interpretare lo spirito di quegli anni di contestazione e di passione, ma anche di laceranti contraddizioni. Nell’ambiente intimo di un aereo, il militare confessa la sua inadeguatezza esistenziale.

Il Marine si rifugia nell’unica esperienza fondante, quella dell’orrore di una guerra che l’ha segnato per sempre. Un viaggio pieno di suspense sopra l’Atlantico. Durante queste ore tra hostess e Marini si crea un rapporto umano complesso. E’ una relazione intensa fatto di paure, minacce, rivelazioni, debolezze, aspirazioni. I due ragazzi sembrano quasi assoggettarsi ad un destino sceneggiatore. Esso usa, loro malgrado, le loro vite per costruire una storia straordinaria. Lo spettacolo è tutto da vedere.

Il Marine: il racconto della studentessa

“Un ragazzo si era iscritto volontariamente alla guerra in Vietnam, e siccome in guerra era bravissimo gli promisero che se proteggeva la patria gli avrebbero donato una medaglia d’oro e 800 dollari. Il ragazzo è stato bravo in guerra e gli hanno dato la medaglia d’oro, ma appena 600 dollari invece che 800. Per questo il ragazzo si è ribellato e ha rubato in caserma i soldi che gli spettavano.

Il ragazzo era italiano, di nome Raffaele Minichiello, e proprio del mio paese. Per quel male di rubare i soldi, lui volle venire in Italia a riabbracciare suo padre. Allora, munito di pugnale e di armi da guerra, prese l’aereo a Los Angeles e lo fece dirottare a Roma…”. Così, una studentessa della scuola media di Melito Irpino riassumeva una vicenda che, all’indomani dei primi moti studenteschi e alla vigilia degli anni di piombo, occupa le prime pagine dei giornali di mezzo mondo.

Pier Luigi Vercesi, racconta questa surreale vicenda in un libro dove i ricordi e le testimonianze rivelano la passione e la disillusione di un ragazzo semplice. Lo spettacolo è con Pasquale Di Filippo e Rosanna Sparano.