Milano senza pregiudizi: armonia, orgoglio e benessere

Milano senza pregiudizi è una città possibile per Laura Brioschi, 27 anni, taglia 48, modella curvy e positive influencer. Per la Brioschi essere curvy significa “armonia, orgoglio e benessere”. “In passato ho sofferto di bulimia e senso di inadeguatezza” racconta la ventenne a Conosci Milano. Oggi la modella vuole trasmettere “positività riguardo al proprio corpo a donne ed uomini attraverso instagram”. Sul popolare social media @lovecurvy_laurabrioschi ha raggiunto 300k followers.

Milano senza pregiudizi: Laura Brioschi

Il suo hastag #curvyisnotacrime è piuttosto gettonato. “L’ho dedicato a chi come me si è sempre sentito in colpa per essere giudicato troppo”. A maggio 2017 la Brioschi è stata scelta come conduttrice de “Il bello delle Curve”. Inoltre sta anche per fare uscire una piccola linea di costumi creata e prodotta da lei stessa.

Nell’ambito della Fashion Week di Milano, 25 donne da tutta Italia si sono trovate in piazza Duomo, per sfilare con pochi vestiti. “Ci siamo sbarazzate di ogni pregiudizio”. “In comune abbiamo una sola cosa: la bellezza” afferma con orgoglio la Brioschi.

Milano senza pregiudizi Laura Brioschi

“Ci siamo spogliate dai pregiudizi”

Lo ha ribadito Laura Brioschi nell’organizzare la #BodyPositiveCatwalk con modelle curvy, modelle regular. “Alcune sono delle mie followers e ragazze speciali come Federica, nata senza una mano e Valentina, che fa parte dall’Associazione Italiana Persone Down AIPD”. “La bellezza è composta da diverse sfaccettature e diverse taglie” ha aggiunto.

Alcune di loro non si sono mai fotografate in costume. “Alcune sono anni che non vanno al mare per vergogna del proprio corpo”. “Altre ancora hanno sofferto di disturbi alimentari e solo ora stanno trovando il proprio equilibrio”. “Quindi quello di Domenica è stato un vero atto di coraggio! Si, anche per il freddo, ma la loro motivazione è stata più forte”.

L’obiettivo

“Queste ragazze rappresentano il coraggio di mettersi in gioco. In ogni taglia, in ogni forma, magre o curvy, altre o basse…we are powerfull” ha ribadito. “Questa è stata una manifestazione totalmente no profit. Ogni ragazza ha indossato il suo personale indumento ed ha calpestato la piazza fiera di rappresentare se stessa ed ispirare altre donne a sentirsi bene nella propria pelle”.

“L’obiettivo di questa #BodyPositiveCatwalk è stato quello di aiutare tutte le donne a trovare il proprio sano equilibrio. Questo è ancor più necessario nel mondo della moda per non permettere alle continue critiche di farti abbattere, per questo hanno creato una ‘Battaglia di fiori’ unanime contro le ossessioni ed i pregiudizi che possono far male a chiunque, in ogni taglia”.