Appartamenti a Milano: la scelta dei manager

Appartamenti a Milano per manager e famiglie con ottima disponibilità. E’ uno dei mercati più fiorenti in città. C’è chi è alla ricerca di un appartamento d’epoca e quindi guarda al quadrante dal Quadrilatero a Brera. Chi invece vuole una casa nuova di prestigio si orienta su Porta Nuova. Ci sono anche le famiglie con ottima disponibilità economica che si decentrano un po’ e guardano infatti ad aree meglio servite. La richiesta in questo caso è avere appartamenti ubicati in zone comode per la vita di tutti i giorni. Infine chi vuole la casa firmata da un archistar guarda a City Life. I dati sono frutto dell’analisi del rapporto di Engel & Völkers sul mercato di pregio a Milano, con numeri che sono aggiornati ad inizio di questo anno.

Appartamenti a Milano: il mercato di pregio

A supportare lo studio la consulenza scientifica di Nomisma, grazie alla quale sono state messe a confronto Milano e Roma. L’analisi punta su una fascia immobiliare che per prima è uscita dalla crisi economica. Il mercato degli immobili di pregio in realtà non ha mai subito la congiuntura economica. Infatti per questo segmento si può solo parlare di leggera flessione, ampiamente superata.

Valori di vendita

Il mercato del pregio ora è stabile con oscillazioni nell’ordine dei 2-3 punti percentuali. Le abitazioni proposte con un congruo rapporto qualità/prezzo vengono vendute con estrema velocità e senza dovere ricorrere a ribassi. La differenza tra i prezzi richiesti ed effettivi valori di chiusura spazia infatti dal 3% all’8% per gli immobili top e può arrivare al 10% per le location di minore prestigio.

I tempi di vendita

Sono piuttosto rapidi. Si va da poche settimane ad un massimo di 3 mesi. La domanda di acquisto copre il 60% del mercato, il 40% quella della locazione. Gli acquirenti nazionali sono alla ricerca della prima casa o dal bisogno di un immobile più grande che sostituisca quello già acquistato.

Chi sono gli acquirenti

I manager che acquistano risiedono fuori Milano. Sono infatti perlopiù di ritorno dall’estero. Questi acquirenti guardano a tagli dimensionali contenuti. Gli acquirenti stranieri sono meno del 5% del totale e hanno interesse per fare un acquisto per investimento, o, in misura minore, ad alloggi di dimensioni ridotte da impiegare per trasferte a Milano.

Le tipologie più richieste

Attico o superattico con terrazzo in casa d’epoca. Sono i più gettonati. I prezzi top possono toccare i 13 mila euro al metro. In centro è praticamente assente il mercato del nuovo. Invece gli immobili storici ristrutturati sono non più del 10% del mercato e vi è più domanda che offerta.

I riferimento alla locazione degli appartamenti a Milano (segmento pregio), la domanda è in aumento e il numero dei contratti stazionari. I canoni per le residenze ristrutturate variano tra 250 e 380 euro all’anno per metro quadrato per il nuovo mentre per l’usato e abitabile il range è tra 200 e 270 euro.

I contratti

Gli affitti si chiudono in pochi giorni per le case ristrutturate. Gli immobili in medio stato richiedono 2-3 mesi mentre per quelli da ristrutturare non c’è mercato. Fuori dalla Cerchia dei Bastioni la domanda di pregio si concentra su poche aree. Si va su Porta Nuova e City Life. Poi ci sono le due fasce che vanno da Porta Vittoria a Piazza Repubblica da un lato, dal Sempione all’area della ex Fiera e corso Vercelli dall’altro.