Milano tre serate eccezionali con Giobbe Covatta

A Milano c’è Giobbe Covatta che porta in scena la sua versione della Divina Commedia dedicata interamente ai diritti dei minori. L’inferno diventa infatti luogo di eterna detenzione non per i peccatori ma per le loro vittime. Esse sono i bambini ovvero i più deboli. Sono infatti coloro che non hanno ancora cognizione dei loro diritti e non hanno possibilità di difendersi. La versione di Covatta è spassosa e divertente, ma come sempre accade negli spettacoli del comico i temi sono seri e spesso drammatici.

Giobbe Covatta: conoscere i diritti dei bambini

Sono riconosciuti dalla Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Conoscere i diritti equivale a diffondere una cultura di rispetto, di pace e di eguaglianza. I temi portati avanti da Giobbe Covatta sono: il diritto al cibo, all’acqua, all’istruzione per i bambini dell’Africa, la lotta per la difesa dell’ambiente.

Il comico coglie le diseguaglianze, le ingiustizie ma anche i difetti e i vizi dell’umanità. L’artista è anche testimonial di Amref, in cui il teatro è stato ed è il grande “palcoscenico” per parlare e per raccogliere solidarietà.

Lo spettacolo

Giobbe Covatta ha reperito in una discarica il manoscritto di una versione “apocrifa” della Commedia scritta da tal Ciro Alighieri. E’ stato reperito solo l’Inferno e non in versione completa. Dopo un attento lavoro di ripristino si può quindi leggere questo lavoro dimenticato. Esso ha affinità ma anche macroscopiche differenze con l’opera dantesca. Intanto l’idioma usato non è il volgare toscano ma è senz’altro più affine alla poesia napoletana.

E’ evidente poi come il poeta abbia immaginato l’inferno come luogo di eterna detenzione non per i peccatori ma per le loro vittime. Mentre rimarrà impunito chi ha colpito con le sue nefande azioni dei piccoli innocenti del terzo mondo, il Virgilio immaginato dall’antico poeta lo accompagnerà per bolge popolate da bambini depauperati per sempre di un loro diritto, di qualcosa che nessuno potrà mai restituirgli. Appuntamento alle 21 il 6 e il 7 aprile presso lo Zelig Cabaret.

Stars con Covatta

Domenica 8 Aprile, sempre alle 21 presso lo Zelig Cabaret, si terrà invece la serata di registrazioni televisive di Stars con Giobbe Covatta, che andrà in onda nel palinsesto di Zelig Tv, sul Canale Digitale 243. Stars è dedicato alle stelle del firmamento di Zelig e vede Giancarlo Bozzo, nei panni di autore e conduttore, intervistare alcuni dei comici più famosi del nostro Paese.

Dopo Ale e Franz, Antonio Ornano, Amalgama (Federico Basso, Davide Paniate, Gianni Cinelli e Alessandro Betti), Katia Follesa e Gioele Dix, Flavio Oreglio, Raul Cremona, Marco Della Noce, domenica 8 aprile, protagonista sarà Giobbe Covatta. Il comico racconterà ai microfoni di Zelig Tv le tappe fondamentali della sua carriera e come nasce la sua comicità.

Previsti anche alcuni retroscena, ospiti a sorpresa e tanta improvvisazione. Per il pubblico che assiste alle registrazioni televisive delle serate “intervista – spettacolo” è un’occasione di vedere in anteprima quello che poi verrà trasmesso in tv il martedì sera sul canale digitale 243. Sarà anche un modo per assistere a momenti inediti e di improvvisazione che potrebbero essere esclusi dalla post produzione per la puntata televisiva per questioni di tempi tecnici.