Romoletto Milano: ecco il food made in Roma

Romoletto Milano un sodalizio insolito. Milano e Roma sono concorrenti su tanti fronti. Due città che si contendono il primato in Italia. Eppure il capoluogo lombardo si conferma cosmopolita anche con l’amica e rivale Roma. Approda infatti in corso di Porta Ticinese lo street food made in Roma.

Romoletto: alternativa alla gastronomia milanese

“Pizza bianca e supplì: lo sfizio da strada romano oggi street-food di tendenza a Milano”. E’ lo slogan ci RomolettoStreetFood postato sulla pagina facebook del rinomato locale di Corso di Porta Ticinese, 14.

L’idea è nata da Carlo Montella, romano doc ma milanese adottivo, che ha scelto di creare un luogo per gli amanti di supplì e pizza bianca. Nessuna concorrenza quindi alla gastronomia milanese semmai un’alternativa. I piatti proposti sono infatti graditi ai romani trapiantati a Milano, ai milanesi e anche ai turisti.

Romoletto Milano

Romoletto: omaggio a Roma

Il nome scelto è piuttosto evocativo. Romoletto richiama immediatamente Roma. Il simbolo è un fornaio che trasporta pizza bianca fumante in bicicletta. E’ un omaggio al Carosello anni ’70 con protagonista Ninetto Davoli. Nello spot consegna il pane cantando stornelli dell’Urbe. Lo chef è romanissimo, esperto nella panificazione.

La pizza bianca

La pizza bianca nasce nella Roma antica come pinsa dall’abitudine dei fornai di cuocere un panetto di impasto prima del pane, serviva per testare la temperatura del forno. Le varianti sono diverse: guarnita in superficie con alici e fiori di zucca. C’è chi la preferisce farcita con mortadella, prosciutto, burrata, pomodorini secchi. O ancora roast beef o salmone. Chi l’abbina a verdure tipiche come cicoria e scarola.

Il supplì

La polpettina di riso a forma allungata risale al ‘700. Ha conquistato perfino i soldati francesi durante l’occupazione di Napoleone. Il ripieno di mozzarella filante era quel qualcosa in più che ha fatto appassionare.

Il soplis di riso approda anche nella Trattoria della Lepre dove viene apprezzato da personaggi di fama mondiale come Nikolaj Gogol e James Joyce durante le loro visite nella Capitale. La mozzarella filante si unisce, nel menù di Romoletto, al ragù di chianina, alla passata biologica o a pecorino e pepe nero. Il tutto per dare valore alla panatura tipica rustica e grossolana come da tradizone.

Romoletto Milano vetrina

Romoletto Milano online

A breve Romoletto ottimizzerà anche il servizio di consegna a domicilio. Si avvarrà di Foodora e Deliveroo. Il locale è open dalle 11 alle 22 e quindi si può passare per lo spuntino, il pasto e l’aperitivo. C’è sempre l’occasione giusta per assaporare la cucina romana.