Milano: non ha ripreso conoscenza la mamma di Lorenzo e Giulia Pipolo

Lorenzo e Giulia Pipolo non ci sono più. I due ragazzini di Milano sono stati travolti mentre erano in vacanza in Calabria. La tragedia ha scosso tutta Milano. La vacanza a Brancaleone è finita nel peggiore dei modi.

Ora si rifletta sul mancato utilizzo del sottopassaggio che si trova a soli 200 metri dal luogo in cui hanno perso la vita Lorenzo e Giulia Pipolo (12 e 6 anni). In molti però replicano che il tunnel è bloccato da rifiuti e sterpaglie. “E’ una questione di cultura, ma anche di praticità” ha però ammonito il commissario prefettizio Salvatore Mottola Di Amato che co-amministra il Comune calabrese.

Intanto le indagini della Polfer si concentrano “sulla funzionalità del sistema frenante del treno”. Il convoglio è stato realizzato negli Anni Ottanta. Poteva raggiungere una velocità massima di 130 chilometri orari. Simona Dall’Acqua dal giorno dell’incidente non ha più ripreso conoscenza. E’ nel reparto di Terapia intensiva a Reggio Calabria. Anche l’ex marito e padre dei tre figli della donna si è recato in ospedale, dove uno psicologo sta seguendo anche la figlia Benedetta (16 anni), non coinvolta nella tragedia perché rimasta a casa. L’invito per tutti i milanesi e i vacanzieri e ad evitare situazioni pericolose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *