Ad Arconate una tartaruga azzannatrice nei giardinetti

Una tartaruga azzannatrice si aggirava in un giardinetto pubblico di Arconate in via Brera. Un uomo l’ha trovata davanti. Era lunga 40 centimetri e più robusta rispetto ad animali simili. Subito il passante ha chiamato i Carabinieri di Busto Garolfo. Così i militari sono riusciti a farla entrare in un secchio e a portarla in caserma.

La tartaruga azzannatrice è pericolosa

In stazione i Carabinieri hanno scoperto che si trattava di una Chelydra serpentina. Viene comunemente definita tartaruga azzannatrice in quanto può mordere ed essere pericolosa. In base alla legge non può stare. A stabilirlo è la legge sulla commercializzazione e la detenzione di esemplari vivi di mammiferi e rettili che possono costituire pericolo per la salute e l’incolumità pubblica. Chi l’ha lasciata nel parco ha commesso due reati, la detenzione e l’abbandono.

I Carabinieri ora stanno cercando il proprietario. Intanto l’animale è affidato al Nucleo recupero animali selvatici della Forestale. Negli ultimi 10 anni ci sono stati una dozzina di ritrovamenti simili in Italia. L’animale si aggirava liberamente in un luogo dove le persone spesso portano i cani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *