Milano. Alla Consob vanno gli uffici di piazza Castello

Gli uffici di piazza Castello 3 sono stati affittati dal Comune alla Consob. Alla Commissione Nazionale per le Società e la Borsa vanno i locali lasciati liberi e ristrutturati dalla società SPV Linea M4. A palazzo Marino andrà un canone annuo di 238.972 euro per 18 anni.

La Consob è un ente pubblico. In quanto tale si è proceduto all’affidamento degli spazi senza la regola generale dei bandi di gara. Infatti una delibera di Giunta del 2008 prevede la possibilità di affidamento senza gara. Questa procedura è per assegnare spazi ad enti pubblici per il raggiungimento di obiettivi di interesse per l’intera collettività. In questo caso gli spazi interessati erano stati precedentemente oggetto di un bando andato deserto.

“Consob si rafforza in città con un nuovo ufficio – afferma l’assessore al Demanio Roberto Tasca – e questa è una buona notizia per Milano. Una presenza più capillare dell’autorità di controllo della Borsa proprio nella capitale italiana della finanza certifica il dinamismo economico che sta vivendo la nostra città. Siamo anche soddisfatti per il fatto che sia stato proprio il Comune ad offrire gli spazi adeguati a questo importante lavoro”.

Gli uffici saranno concessi a valore di mercato, rialzati del 30% tenuto conto dell’ammontare del valore dei recenti lavori di ristrutturazione. I ricavi dell’affitto andranno a finanziare il Museo Civico di Storia Naturale, come prescritto dal professor Ronchetti, luminare di scienza medica e benefattore del Comune di Milano, che nel 1944 lasciò gli spazi di Piazza Castello 3 in eredità alla città.