Eventi per bambini il 13 gennaio 2019 allo Spazio Teatro 89

Eventi per bambini per iniziare alla grande il 2019 a Milano. Nel nuovo appuntamento della rassegna per l’infanzia “Teatro Piccolissimo… e non solo” il protagonista è Scoiattolo. L’animaletto risvegliatosi dopo il lungo letargo invernale, esce dalla propria tana per cercare la “casa giusta”. Lo spettacolo è consigliato ai bambini di età compresa fra due e cinque anni

È in programma domenica 13 gennaio (ore 11; ingresso 8 euro) il nuovo appuntamento della rassegna per l’infanzia “Teatro Piccolissimo… e non solo” organizzata dallo Spazio Teatro 89 di Milano: lo spettacolo, portato in scena dalla compagnia Residenza Idra-Rebelot, si intitola “HOMEsweetHOME” ed è rivolto ai bambini di età compresa fra due e cinque anni.

Il protagonista è Scoiattolo, che si risveglia dopo il lungo letargo invernale. Tutto intorno a lui, nella sua tana, è buio e silenzioso. Improvvisamente, la casa che lo ha ospitato per tutto l’inverno non gli appartiene più. Così Scoiattolo decide di mettersi in cammino per andare a cercare “la casa giusta”. Lungo il cammino incontrerà tanti amici: Picchio, Tartaruga, Rondine, Talpa, Gufo… Ognuno di loro gli indicherà una delle possibili case “giuste”, ma Scoiattolo avrà bisogno di trovare la propria e deciderà di costruirla con l’aiuto di tutti gli altri animali del bosco.

“HOMEsweetHOME” è un racconto semplice e poetico, costruito da un attore solo in scena (Roberto Capaldo) che, attraverso gli strumenti della narrazione, delle luci, dei gesti e delle musiche, evoca in un’atmosfera magica il percorso alla scoperta della propria casa. Spiega Capaldo, attore e autore dello spettacolo. “Prima ancora di essere un rifugio, una tana, casa è una pelle che sentiamo nostra. È un luogo interiore, caldo, vivo, che ognuno dovrebbe abitare dentro di sé, per riconoscerlo poi anche fuori, in altri spazi, in altri ripari, in altre persone”.

“Rispetto a noi, i bambini hanno un’intima connessione con la propria casa, con il luogo da cui “provengono” e sanno che nessun luogo può essere casa senza quella connessione. “HOMEsweetHOME” è un viaggio alla ricerca del luogo da cui veniamo e a cui vorremmo, crescendo, tornare. Il luogo da cui arrivano i bambini”.